Will Smith si vergogna per “Willy il principe di Bel Air”

Will Smith ne ha fatta di strada dai tempi di Willy, il Principe di Bel Air: ecco perché non tornerà sui propri passi in un sequel.

Nessun seguito per la famosissima e amatissima serie Willy, il Principe di Bel Air: lo conferma Will Smith, il quale preferisce non parlare nemmeno della sua performance nel ruolo di Willy. A distanza di anni, rivedersi nei panni del nipote scapestrato dello zio Phil lo mette seriamente in imbarazzo. Per non parlare dell’età anagrafica!

Will Smith: “Sarei zio Phil!”

Il personaggio del coloratissimo, scanzonatissimo e irriverente Willy fu il primo ruolo in assoluto sostenuto da Will Smith. Recentemente l’attore ha raccontato che ai tempi era talmente concentrato nel ruolo da aver imparato a memoria anche le parti degli altri attori, tanto che riguardando le primissime puntate Will Smith è in grado di vedere se stesso mentre recitava a bassa voce anche le battute degli altri.

Questi ricordi hanno fatto sì che Will provasse dell’imbarazzo per le proprie performance attoriali ai tempi di Willy: fortunatamente da allora l’attore ne ha fatta di strada, guadagnandosi più di una nomination agli Oscar e diventando uno degli attori più apprezzati e richiesti di Hollywood.

“Oggi dovrei avere il ruolo di zio Phil” ha esclamato Smith quando gli hanno chiesto se i fan della serie vedranno mai un seguito: ormai l’attore ha quasi 50 anni, grossomodo la stessa età che aveva James Avery quando prestava volto e voce allo Zio Phil. Tra le altre cose proprio Avery è morto quattro anni fa: sarebbe pertanto impossibile mettere in scena di nuovo l’interezza del cast.

Il vecchio, insostituibile e amatissimo cast di una delle serie più famose degli anni novanta.

I successi di Will Smith

Smith ha affermato di aver discusso in più di un’occasione con i vari produttori che gli avevano proposto l’idea di far tornare Willy sul piccolo schermo, ma che non si è mai giunti a formulare un’idea definitiva e convincente, quindi il progetto era stato abbandonato prima ancora che si concretizzasse.

Di certo Smith non metterebbe a repentaglio quella che a tutti gli effetti è ormai una carriera stellare a causa di un prodotto non convincente o di bassa qualità. Tra i successi di Smith ricordiamo infatti i successi discografici in qualità di rapper e di produttore musicale, le due nomination agli Oscar come miglior attore protagonista per Alì e per La Ricerca della Felicità del 2006, in cui per la prima volta recitava assieme a suo figlio.

Alfonso Ribeiro: Carlton Banks

Alfonso Ribeiro interpretava la parte del cugino di Willy, Carlton Banks. Elegante, bacchettone e imbranato con le ragazze, Carlton era una perfetta spalla comica per Will e molto spesso vittima delle sue bonarie angherie. Alfonso Ribeiro ha conosciuto una nuova enorme popolarità entrando a far parte del cast di Dancing with the Stars, la versione americana di Ballando con le Stelle. In quell’occasione Alfonso ha dato prova di essere un ballerino eccezionale e, naturalmente, si classificò primo.

In un’intervista rilasciata poco prima dell’inizio dello show, Alfonso dichiarò di essere molto legato al personaggio di Carlton, ma che era ansioso di mostrare al pubblico molti altri aspetti delle sue capacità artistiche. Anche lui, con ogni probabilità, non parteciperebbe volentieri a un eventuale seguito di Willy, il Principe di Bel Air.

Scritto da Olga Luce
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Amici, Valerio Pino presunta vittima di abusi nel programma

Isola, Alessia Mancini e Cecilia Capriotti sfiorano la rissa

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.