Tira calci in pancia alla compagna fino a farla abortire

Arrestato 33enne tunisino che ha fatto abortire la compagna colpendola con dei calci in pancia.

Drammatica vicenda a Modena, dove una ragazza è stata presa a calci e pugni in pancia dal compagno fino ad abortire. L’uomo è stato arrestato ed ora dovrà essere processato.

Tira calci in pancia alla compagna fino a farla abortire

Si tratta di una coppia di giovani tunisini, lui è da anni stabile in Italia. Lei ha 22 anni e viveva con l’aggressore perchè temeva di non avere un futuro economico da sola in quanto non lavora. L’aggressore ha 33 anni e non è stata la prima volta che aggrediva la giovane compagna sia fisicamente che verbalmente. La 22enne però, sia per paura del ragazzo che di non poter vivere autonomamente, non aveva mai denunciato gli episodi di violenza domestica che subiva spesso.

La denuncia e l’arresto

A far scattare le indagini e di conseguenza la denuncia è stato il ricovero della 22enne in ospedale dopo aver abortito a causa dei calci in pancia che riceveva dal compagno. All’inizio non voleva parlare ma poi ha confessato tutto ai sanitari che hanno avvisato le autorità competenti. Le forze dell’ordine hanno arrestato subito il 33enne che ora dovrà essere processato dal Tribunale di Modena su richiesta della Procura della Repubblica. L’aggressore è accusato di maltrattamenti, lesioni e procurato aborto. Nonostante ciò, il 33enne continua a dire di essere innocente.

Lascia un commento

Articoli correlati
Leggi anche
Contentsads.com