Omicidio Ercolano, la Procura chiede il carcere per Palumbo: oggi l’udienza del Gip

In attesa dell'udienza di convalida del fermo, la Procura ha chiesto il carcere per l'uomo accusato dell'omicidio di Ercolano.

La Procura che ha disposto l’arresto dell’uomo che si è reso responsabile del duplice omicidio ad Ercolano ha chiesto per lui la custodia cautelare in carcere. La decisione è prevista per lunedì 1 novembre 2021 durante l’udienza di convalida del fermo presieduta dal Gip.

Omicido Ercolano: la Procura chiede il cacere per Palumbo

Il reato di cui dovrà rispondere Vincenzo Palumbo è quello di duplice omicidio aggravato per aver esploso 11 colpi diretti all’auto in cui viaggiavano il 26enne Giuseppe Fusella e il 27enne Tullio Pagliaro. Nel corso dell’interrogatorio al quale è stato sottoposto il 29 ottobre, l’uomo ha fornito la sua versione dei fatti raccontando di essere stato svegliato di notte dal suono del sistema di allarme della propria abitazione e di aver preso la pistola che ogni notte custodiva sotto al letto a causa di un furto subito a settembre.

Si è dunque precipitato sul terrazzo da cui avrebbe visto un giovane in fuga all’interno della sua proprietà. Quest’ultimo, sentendo le sue grida, sarebbe fuggito sull’auto che lo stava attendendo con il motore acceso con a bordo un altro ragazzo e ha aperto il fuoco.

Omicido Ercolano, la Procura chiede il cacere per Palumbo: il suo raconto

La ricostruzione di Palumbo contrasta però con gli esiti delle indagini delegate ai Carabinieri della Compagnia di Torre del Greco.

La sequenza e la direzione dei colpi esplosi rivelerebbero secondo la Procura “una condotta intenzionalmente e senza giustificazione rivolta a cagionare la morte violenta dei giovani“.

Scritto da Debora Faravelli
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Domenica In, Mara Venier su Rubicondi: “C’erano dei problemi”

Verissimo, Michelle Hunziker sul Covid: “Un periodo difficile”

Leggi anche
Contents.media