Chi è Nayt: vita e carriera del rapper romano

Il rapper che pare stia dominando la scena del nuovo rap italiano è Nayt: chi è l'artista? Quali sono i singoli che ne hanno consacrato il successo?

Nayt, così ha deciso di farsi chiamare la nuova stella del rap italiano. Ma Nayt chi è, quel è il suo vero nome? Il giovane talento si chiama William Mezzanotte ed è già apprezzatissimo dal pubblico dei giovani. Ha soltanto 27 anni, classe 94, e su Spotify vanta già 30 milioni di ascolti.

I suoi pezzi più popolari sono Gli Occhi della Tigre, Raptus e Good Vibes in cui non gli manca certo il coraggio di dire la sua.

Nayt: chi è e vita privata

William Mezzanotte nasce ad Isernia il 9 novembre del 1994. Si trasferisce a Roma in giovane età. La sua è una famiglia umile e una vita in cui si intervallano le difficoltà economiche ai piccoli lavoretti precari che accetta.

Si appassiona sin da subito al rap frequentando gli angoli della capitale in cui il rap è un mantra. Fa anche qualche bravata, piccoli furtarelli e forse qualche rissa adolescenziale ma non si descrive di certo un ragazzo che ama fare chiasso. La sua passione è la musica e il suo pensiero sul mondo che lo circonda lo esprime proprio attraverso i testi dei suoi pezzi.

I principali successi di Nayt

I primi tentativi di ritagliarsi uno spazio nella scena musicale italiana non furono degni di nota ma già nel 2011 il suo brano No Story riesce a conquistare una buona fetta di ascoltatori.

Questo suo primo piccolo successo lo conduce nella strada giusta e ottiene un contratto con la 40 Ladroni Records fondata da G-LU. Da lì il primo album di Nayt: Nayt One. I dodici brani dell’album contengono collaborazioni con Emis Killa, lo stesso G-LU ed altri. Nayt continua ad arrangiare dei pezzi e nel 2014 esce So.Lo, il suo secondo album. Nel 2015 pubblica il suo secondo mixtape (il primo lo aveva pubblicato nel 2013) chiamato Raptus. Raptus è in realtà un progetto del rapper organizzato in una trilogia. Diversi singoli contenuti in Raptus diventano di successo. Nel 2017 con il suo terzo album Raptus Vol.2 continua a collaborare con nomi di punta del rapper italiano come Gemitaz e Skioffi. Il successo vero e proprio arriva nel 2019 con Raptus Vol.3 che verrà inserito, assieme agli altri due, nella ristampa della trilogia dal titolo Raptus Collection.

Dalla scalata ai 30 milioni di ascoltatori

Sempre nel 2019, ormai molto conosciuto, Nayt pubblica Good Vibes in collaborazione con Gemitaz e Fame. Da lì, nel frattempo partecipa ai brani di grandi artisti come Clementino ed Emis Killa. Nel 2020 è la volta di FIGHT! e Trip brani in collaborazione con altri due artisti. Il suo brano più visualizzato su YouTube rimane Gli Occhi della Tigre con 15 milioni di visualizzazioni. Su Spotify Nayt vanta ben 30 milioni di ascoltatori. In una recente intervista a Le Iene Nayt si dichiara come un artista talentuoso, dalle idee ben chiare sulla società e col desiderio di comunicarle ad un pubblico sempre più ampio. Sempre nella stessa intervista si reputa, senza troppi giri di parole, il più talentuoso rapper italiano di oggi pur confermando il rispetto per i big del passato come Fabri Fibra. È ormai risaputo che la dolce metà di Nayt è proprio la brillante Matilda De Angelis.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Slim Jeggins: recensione sui migliori jeggings snellenti

Film da guardare a Pasqua su Netflix: i più consigliati

Leggi anche
  • Chi era Franca ValeriChi era Franca Valeri: vita dell’attrice italiana

    Franca Valeri e la sua lunga carriera nel mondo dello spettacolo debuttando a teatro e ottenendo grande successo anche al cinema e in tv.

  • Chi era Marcel DuchampChi era Marcel Duchamp: tutto sull’artista del XX secolo

    Marcel Duchamp e il successo nel XX secolo come grande artista contemporaneo.

  • Chi era Antonio Machado:Chi era Antonio Machado: storia del poeta spagnolo

    Storia di Antonio Machado, grandissimo poeta spagnolo del XX secolo.

  • Chi è Sabina GuzzantiChi è Sabina Guzzanti: vita dell’attrice italiana

    Sabina Guzzanti ha sfondato nel mondo della televisione ottenendo grande successo anche nel cinema, a teatro e sul web.

Contents.media