La moda anni ’90 è tornata, la lista dei must have

Il mondo della moda per la nuova stagione rilancia gli anni '90. Abitini a fiori, anfibi, giubbotti di jeans, ecco tutti i must have.

Tornano gli anni ’90. La moda ha riscoperto le tendenze dell’ultima decade del XX secolo e le ha riproposte sulle passerelle di tutto il mondo. Dai jeans a vita alta con gamba dritta, alle t-shirt con logo stampato fino ad arrivare alla riscoperta del marsupio.

Ecco tutti i must have.

Voglia di tornare negli anni ’90

Qualcuno ha detto che gli anni ’90 sono stati l’ultima epoca che verrà ricordata con rimpianto. Per sempre nella nostra memoria rimarranno impressi i ricordi delle video cassette, delle lire, della musica dance e del tamagotchi, il mitico giochino elettronico che aveva conquistato tutti quanti.

Per fortuna a farci sentire meno la mancanza del tempo passato ci viene spesso incontro la moda.

Si sa che nel mondo del fashion tutto può ritornare a fare tendenza e adesso è la volta degli anni ’90.

I look che andavano di moda alla fine dello scorso millennio, sono la fonte di ispirazione per questo 2018. Per questa stagione i capi più cool arriveranno direttamente dal passato.

I must have della prossima stagione

A cominciare dai jeans. Rigorosamente a vita alta e con la gamba dritta, per quella che oggi fine definita vestibilità mom fit.

In abbinamento top crop (tagliati appena sotto il seno) oppure t-shirt stampate con loghi di brand famosi in quegli anni. Torna di moda anche il giubbotto in jeans imbottito e le camicione a quadri.

Ideali per l’estate gli abitini a fiorellini. Questo capo è stato sicuramente il più amato dalle protagoniste femminili di Beverly Hills 90210, serie cult di quegli anni. Realizzati in tessuto leggero, dal taglio lungo oppure mini, sono perfetti per affrontare la calura estiva.

Come scarpe, un classico che non smette mai di essere di moda: l’anfibio Dr Martens. Lo stivaletto più famoso del mondo, nato come calzatura da lavoro per gli operai delle fabbriche, è noto per essere praticamente indistruttibile. Il loro prezzo (che negli anni è andato sempre aumentando) viene certamente ammortizzato nel tempo.

Piccola precauzione d’uso. Quando si comprano un nuovo paio ricordarsi di indossarli sempre con un doppio paio di calzini, altrimenti preparatevi a dolorose vesciche.

Sugli accessori ritorna il choker, ossia il collarino in pelle o in velluto che spopolava in quel periodo e il marsupio, da anni scomparso dai guardaroba.

moda

Gianni Versace e la sua medusa

La casa di moda italiana Versace ha rilanciato il suo storico logo con medusa in occasione dei 20 anni della scomparsa di Gianni Versace.

Lo stilista è stato uno dei più grandi visionari nel campo della moda che l’Italia ha avuto. Ad inizio anni ’70 si trasferì dalla Calabria a Milano per realizzare il suo sogno di diventare stilista. Gianni da subito si distinse per il suo innato talento.

Lo stilista fu l’inventore dello storico logo della maison: la medusa stilizzata ed inscritta in un cerchio con bordatura greca. “Chi si innamora della Medusa non ha scampo”. Così Versace parlava del marchio che sarebbe diventato tra i più ricercati dei giovani degli anni ’90. Con il volto della medusa vennero realizzate magliette, camicie, giubbotti, cinture, teli mare e persino piastrelle! Tutti ne andavo matti.

Il brand non ha mai abbandonato il suo storico logo. Negli anni l’immagine è stata leggermente modificata. Bisogna però dire che la sua importanza è andata un po’ scemando.

Donatella Versace (sorella di Gianni e direttore creativo della maison), sulla scia del ritorno di moda dell’ultimo decennio del secolo scorso, ha deciso di recuperare il logo così come lo aveva ideato ideato dal fratello. Una scelta apprezzatissima da molti personaggi del mondo dello spettacolo e del fashion.

moda
Scritto da Alice Sacchi
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Borse Furla: migliori 3 modelli in commercio

Le migliori ricette con le bacche di goji

Leggi anche
Contents.media