Manicure russa, cos’è e come farla nel modo giusto: consigli

Cos'è la manicure russa? Consigli per farla nel modo giusto.

La manicure russa, detta anche kombi manicure, è una tecnica “a secco” molto in voga negli ultimi tempi. Utilizzata sia nei centri estetici che dalle beauty addicted, promette di far durare lo smalto più a lungo rispetto ai trattamenti classici. In cosa consiste? Come farla al meglio?

Manicure russa: cos’è?

Negli ultimi tempi si parla spesso di manicure russa, chiamata anche tecnica “dry” o kombi manicure. Si tratta di un modo diverso di ‘fare le mani’ rispetto a quello classico. In quest’ultimo, infatti, la sessione di beauty routine prevede che le mani vengano a contatto con l’acqua prima della loro cura. Questo passaggio è ritenuto fondamentale affinché cuticole e pelle circostante si ammorbidiscano, favorendo così la rimozione delle pellicine.

Nella manicure russa, invece, questo step viene eliminato. Le mani, quindi, non vengono immerse in acqua e si procede ‘a secco‘. Ampiamente utilizzata dalle onicotecniche russe, questa tecnica promette di far durare più a lungo sia lo smalto normale che quello semipermanente.

Manicure russa: come farla?

La manicure russa, quindi, è semplicemente una tecnica che non prevede l’immersione delle mani nell’acqua. Le sue fan più accanite sostengono che questo metodo faccia aderire alla perfezione lo smalto al letto ungueale, rallentando così la sua rimozione.

Per realizzarla alla perfezione dovete innanzitutto rimuovere lo smalto con un prodotto che non contenga troppi agenti emollienti. Come già sottolineato, infatti, questa manicure non prevede che la pelle venga ammorbidita. Subito dopo passate all’utilizzo della lima e date alle unghie la forma che più preferite. Per quanto riguarda le cuticole, cercate di spingerle indietro con molta delicatezza. Non avendo utilizzato acqua, dovete prestare molta attenzione perché la pelle si potrebbe lacerare con maggiore facilità. Passate, poi, al buffer ed opacizzate il letto ungueale. Infine, scegliete lo smalto che più amate e procedete all’applicazione. Ultima accortezza: l’olio per cuticole è l’ultimo step e va messo sempre dopo lo smalto.

Scritto da Fabrizia Volponi
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Clorella: cos’è, proprietà e benefici del disintossicante naturale

Metodo Sakuma, come funziona l’allenamento di 5 minuti al giorno

Leggi anche
  • ritenzione idrica rimediI rimedi contro la ritenzione idrica: dall’alimentazione ai trattamenti

    La ritenzione idrica è davvero fastidiosa e in alcuni casi anche debilitante. Ecco quindi quali sono tutti i rimedi dall’alimentazione ai trattamenti.

  • botox capelliBotox per capelli, il trattamento ringiovanente per la nostra chioma

    Botox anche per i capelli? Ma non è come sembra. Ecco tutto quello che sappiamo sul trattamento ringiovanente dedicato esclusivamente alla nostra chioma.

  • make up natale filmMake up per Natale: lasciatevi ispirare da quelli sfoggiati dei film

    Make up per Natale? I più belli si ispirano a quelli sfoggiati dalle protagoniste dei film e non sono neanche difficili da replicare! Ecco alcuni esempi.

  • come fare treccia alla franceseCome fare la treccia alla francese: tutorial e consigli di stile

    Sentite il bisogno di un look diverso ma non volete cambiare i vostri capelli? La treccia alla francese può essere la giusta soluzione! Ecco come farla.

Contents.media