Leggete cosa scrive Augusto Minzolini, il nuovo Emilio Fede messo a dirigere il Tg1

In uno dei primissimi post pubblicati su Teleipnosi, alla fine di gennaio, parlavo dei piani del governo per mettere sotto controllo l'informazione della Rai, prima di tutto piazzando un uomo di fiducia a dirigere il telegiornale del primo canale. Il titolo dell'articolo era, non a caso: Berlusconi sogna un Tg1 modello Emilio Fede.

Beh che dire? Il centro-destra non ha tradito le attese e con la nomina di Augusto Minzolini, giornalista della Stampa altrimenti noto come "Scodinzolini", si è assicurato un Tg1 che farà strenua concorrenza al Tg4 di Fede nell'omaggiare e riverire il capo del governo.

Dite che esagero? Che parlo così perché sono un cattivo, rancoroso e invidioso antiberlusconiano? Allora facciamo così, vi riporto due ampi stralci di un pezzo firmato da Minzolini (qua trovare l'articolo completo, ma ne potete leggere molti altri dello stesso tenore) scritto in occasione di una visita del presidente del Consiglio in Abruzzo dopo la tragedia del terremoto.

Così vi potete fare un'idea diretta del nuovo direttore del notiziario di Rai uno, io non aggiungerò ulteriori commenti.

Scrive Minzolini, parlando di Berlusconi: «…per tirare su il morale dei presenti di fronte alla disgrazia e alla morte che ha colpito questo pezzo d'Italia si concede una battuta: "Sono 44 ore che non dormo. Un record di resistenza per uno che ha 35 anni". Indossa un maglione blu e ha il piglio deciso del direttore dei lavori, del comandante dei pompieri, del capo militare, ma anche la comprensione del prete.

Silvio Berlusconi nelle emergenze si esalta. La sua attitudine è la politica del fare».

E ancora: «…c'è il premier-ingegnere che spiega le tecniche anti-sismiche giapponesi. C'è il premier-generale: "Blinderemo la citta' con l'esercito – ordina durante il giro a L'Aquila – e chiudiamo tutto". Il premier-prete che si commuove di fronte all'anziana signora che lo invoca: "Silvio aiutaci, non ho piu' nulla, non ho nemmeno i denti". "L'Italia risponde – le spiega – facciamo il possibile". Come dire: abbi fede. E il premier-psicologo che risponde alla corrispondente della tv tedesca che giudica «fuori luogo» una sua frase di ieri ("la vita nella tendopoli e' come fare campeggio"): "Non lo è. Dovevamo riavviare ieri i ragazzini al sorriso, all'ottimismo, al gioco". Le solite polemiche. Ma il premier-mille mestieri e' convinto di aver ragione: "Sono rimasto colpitissimo – ha confidato ai suoi – dall'accoglienza ricevuta. Dopo un terremoto ai governanti vengono addossate tutte le inefficienze, anche quelle fisiologiche. Io ho avuto quasi la ola. Per questo dobbiamo essere presenti"».

Ah, quasi dimenticavo: è stato nominato anche il direttore di Rai uno: sarà Mauro Mazza, attuale direttore del telegiornale più anonimo e scialbo della televisione, quello di Rai due. I motivi della nomina? Mah, dicono che sia amico di Gianfranco Fini. Insomma, di questi tempi si potrebbe considerare quasi un uomo d'opposizione. Pensa come siamo messi!

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Leggi anche
Contents.media