Elisabetta Darida: chi è la scrittrice romana

Elisabetta Darida, figlia del primo sindaco di Roma, ha scelto la passione. Dopo diverse esperienze lavorative dice sì alla scrittura e pubblica racconti

È figlia del primo sindaco di Roma, nonchè ministro e politico della capitale e di professione fa la scrittrice: alla scoperta di Elisabetta Darida e della sua brillante carriera da autrice. 

Elisabetta Darida: tutto sulla scrittrice romana

Elisabetta Darida è nata a Roma e ha svolto i suoi studi presso il Lycée Chateaubriand, laureandosi con lode in Lingue e Letterature Straniere Moderne presso l’Università La Sapienza di Roma. 

Prima di dedicarsi alla scrittura, Darida ha lavorato in Rai come programmista regista e ha curato diversi programmi culturali radiofonici. In più, è stata ance responsabile dell’ufficio stampa dell’Università Bocconi e di Accenture Italia, proprio come recita il suo profilo LinkedIn. 

Passate e vissute queste esperienze lavorative, Elisabetta Darida decide di dedicarsi a 360 gradi alla sua vera passione: la scrittura. Inizia così a dedicarsi alla stesura di alcuni libri, spinta da una fiamma artistica cresciuta negli anni. Nel 2021 è stata finalista della XXI Edizione del premio letterario internazionale La donna si acconta e ha scritto diversi racconti pubblicati in numerose antologie. 

Sempre nel 2021 Elisabetta Darida pubblica il suo Intolleranze elementari edito da L’Erudita e pubblicato precisamente il 27 novembre 2021. Il libro in questione, di 169 pagine, racchiude le storie di 20 personaggi, pronte a fare sorridere, piangere, sdegnare, inorridire e sempre e comunque riflettere. Come afferma la stessa autrice sul suo sito web: 

Sono venti i personaggi che sono venuti a cercarmi, spesso la sera o la notte, per raccontarmi la loro storia e le loro esistenze – commoventi, acide, tragiche, comiche – testimoniano di un dolore o un disagio legato a un’intolleranza subita o inflitta. Sono tutti diversi, ma accomunati dall’essere portatori del fardello umano. E come sempre avviene, arriva il momento in cui i personaggi prendono il sopravvento e non resta che farsi scrivano diligente nel riportare una vicenda che vive di vita propria, al di fuori di noi, a volte quasi malgrado noi. Mi sono trovata circondata da una piccola folla che a gran voce mi chiedeva di farmi portatrice delle sue istanze. Ho allora osservato queste vite mentre si incrociavano in modo più o meno consapevole – ciascuna con le proprie gioie, i propri dolori, manie e idiosincrasie – dando vita a un intreccio di relazioni che vanno oltre il singolo individuo, formando il grande e sfaccettato affresco dell’esperienza umana, in una trama tessuta intorno ad un palazzo romano affacciato sul Tevere.

Le protagonista di Intolleranze elementari sono dunque donne maltrattate che cercano inesorabilmente di liberarsi dalle discriminazioni, dalle minacce, dai tradimenti. 20 racconti brevi ma potenti, racchiusi in un solo testo. 

Giovedì 10 novembre 2022 Elisabetta Darida è ospite del salotto di Serena Bortone Oggi è un altro giorno in onda su Rai 1 a partire dalle 14:00. Un’occasione per parlare della sua vita e per porre particolare attenzione al libro sopra citato, che pare conquistare sempre più recensioni positive. 

Darida è presente anche sui social, sia su Facebook, sia su Instagram, dove è solita pubblicare contenuti inerenti alla sua professione ed eventuali presentazioni di libri e partecipazioni a premi letterari. 

Sulla sua vita privata, infine, non si hanno particolari informazioni. 

Scritto da Marta Mancosu

Lascia un commento

Leggi anche
  • Paura del cambiamento? Ecco come fareCos’è la fear of starting over? Ecco come affrontarla e superarla

    Tutto quello che c’è da sapere sulla fear of starting over: cos’è, come affrontarla e superarla.

  • shibariShibari il bondage giapponese: come si fa e che cos’è

    Lo shibari è una forma di bondage che ha le sue origini in Giappone. L’attenzione nei suoi confronti è alta in ambito erotico, ma prima di tutto è un’espressione artistica. Difatti non si focalizza principalmente sul risultato che si ottiene ma sul percorso per poterci arrivare. E’ piuttosto complicata come arte e anche pericolosa, perciò bisogna essere seguiti da esperti in particolari corsi ed è assolutamente vietato la sua pratica in casa.

Contentsads.com