Droga dello stupro: cos’è, come si chiama e come agisce

GHB, GBL o BD, queste sigle stanno a indicare la cosiddetta droga dello stupro. Particolarmente pericolosa perché inodore, incolore e idrosolubile.

La droga dello stupro finisce di solito negli articoli di pagine di cronaca. Detta anche GHB, o liquid ecstasy, è quella sostanza stupefacente che inibisce la vittima fino a farle perdere totalmente la volontà e poi, spesso, i sensi. Essa è particolarmente pericolosa perché idrosolubile e può quindi essere versata di nascosto in qualsiasi bevanda.

Cos’è la droga dello stupro

Si tratta di tre sostanze simili: gamma-idrossibutirrato (GHB), gamma-butirrolattone (GBL) e butandiolo (BD), ma sono meglio conosciute come gocce KO, liquid ecstasy o semplicemente droga dello stupro. Caratterizzata da polvere incolore o liquidi dal sapore leggermente salato, è praticamente inodore e idrosolubile, per queste caratteristiche può quindi essere assunta senza accorgersene se aggiunta di nascosto in un drink. Dopo circa quindici minuti dall’assunzione, la vittima manifesta uno stato di euforia, soprattutto perché potenzia l’effetto di eventuali droghe assunte in precedenza, che però dopo poco si tramuterà in stanchezza.

Advertisements

Il risultato è uno stato di stordimento che può diventare vera e propria incoscienza e insufficienza respiratoria a seconda del dosaggio assunto. Mescolata all’alcol può portare allo svenimento e al coma.

Leggi anche: Violenza sulle donne: i dati del 2020 non sono incoraggianti

La struttura chimica delle tre sostanze è praticamente uguale. Nell’organismo, infatti, GBL e BD si trasformano in GHB producendo gli stessi effetti e, visto che si possono reperire più facilmente, sono spesso utilizzati in sostituzione di quest’ultimo.

Il GHB di norma si usa come anestetico chirurgico, ma anche per lenire i dolori del parto e per curare la dipendenza dall’alcol: il suo nome commerciale in Italia è Alcover. Ha di fatto un potere sedativo e i suoi effetti durano per molto tempo, ore in cui la vittima è del tutto priva della volontà. Al risveglio, la vittima difficilmente ricorderà quanto accaduto perché il GHB causa anche amnesie.

Si tratta di una sostanza usata anche per il consumo personale perché in quantità ridotte dà effetti simili a quelli provocati dall’alcol, quindi disinibizione ed euforia, senza i classici postumi da sbornia come malessere, nausea e mal di stomaco.

Sostanze simili sono anche la ketamina, farmaco anestetico che altera la percezione della realtà, e le benzodiazepine, comunemente usate per curare l’ansia, gli attacchi di panico e l’insonnia. Tra queste ultime, lo zolpidem (In Italia venduto con il nome commerciale di Stilnox) è rapidamente divenuto la principale droga da stupro fra le sostanze sedative.

Leggi anche: Quando si celebra la giornata internazionale contro la violenza sulle donne

Scritto da Evelyn Novello
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Massaggio shiatsu: i benefici e come farlo a casa

Star prima e dopo: come sono cambiate le vip nel tempo

Leggi anche
  • cosa succede nella mente delle vittime di violenzaCosa succede alla mente di una vittima di violenza

    Per dare valore alle emozioni provate da una vittima di violenza è necessario riconoscere l’impatto mentale sulla mente della persona, che si trova sopraffatta.

  • giornata contro la violenza sulle donne perché è il 25 novembreGiornata contro la violenza sulle donne: ecco perché è il 25 novembre

    IL 25 novembre si celebra la giornata contro la violenza sulle donne: ecco la storia e l’origine.

  • differenza tra molestia e violenza sessualeDifferenza tra molestia e violenza sessuale: conoscere per difendersi

    Le molestie o violenze sessuali creano un carico emotivo difficile nella vittima che spesso non sa come uscire dalla situazione. Alcuni spunti su come agisce la legge.

  • 
    Loading...
  • assorbenti e tamponiScozia, assorbenti e tamponi gratis per le donne: è il primo Paese a farlo

    La Scozia è il primo paese al mondo a distribuire in modo del tutto grautito assorbenti e tamponi alle donne.

Contents.media