Donatella Rettore: “Voglio poter dire fr**o e neg*o”. La reazione in studio

Durante un'intervista rilasciata a Francesca Fagnani, Donatella Rettore ha pronunciato parole come "fr**o" e "neg*o". Molte le polemiche.

Donatella Rettore ha pronunciato nello studio della trasmissione “Belve”, una serie di frasi che hanno fatto discutere. La cantante, senza peli sulla lingua, nel corso della sua intervista rilasciata a Francesca Fagnani ha rivendicato l’uso di parole “politicamente scorrette” come “fr***o e “neg*o”.

La reazione della conduttrice è stata immediata: ecco cosa è successo. 

Donatella Rettore a Belve: “Esistono i gay e le chec**e”

I toni della discussione in studio si sono accesi quando Francesca Fagnani ha rivolto l’attenzione su una frase che Donatella Rettore disse qualche tempo prima: “Io piaccio ai gay non piaccio alle chec**e, mentre Raffaella Carrà e Patty Pravo sono icone delle chec**e vintage”. 

La cantante ha spiegato, a tal riguardo, di non sentirsi imbarazzata per ciò che aveva affermato: Non sono assolutamente imbarazzata.

Per me esistono i gay e le chec**e. Esistono i gay che sanno di avere le palle, e ci sono gli isterici che parlano e si strappano i capelli, fanno i pettegolezzi. Quelli non li voglio nemmeno sulla soglia di casa”. 

Donatella Rettore: “Rivendico le parole fr***o e neg*o”

Donatella Rettore non si è però fermata qui. Francesca Fagnani le ha infatti chiesto dove stesse la libertà nel dire simili parole.

La cantante con decisione ha spiegato: “Adesso Vasco Rossi non potrebbe più dire ’È andata con il neg*o la tro**a’”. Ha infine aggiunto: “Rivendico la possibilità di usare fr***o e neg*o. Non mi sembrano insulti se uno è colorato […] dipende dal modo in cui uno lo dice: se tu dici brutto neg*o è una cosa, se tu dici negretto è un’altra”.

Scritto da Valentina Mericio
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Sandali con plateau 2022: i trend stagionali

Ascolti tv 8 aprile, “Ci vuole un fiore” conquista la serata

Leggi anche
Contents.media