Chi è Claudio Rego: tutto sul musicista e marito di Donatella Rettore

Chi è Claudio Rego? Tra vita privata e carriera professionale, tutto quello che c'è da sapere sul noto musicista e marito di Donatella Rettore.

Capelli castani, occhi profondi e sorriso da buono: ecco Claudio Rego, il noto musicista e marito di Donatella Rettore, con cui sta da ben oltre 43 anni. Essendo un uomo estremamente riservato, non si sa molto sulla sua vita personale, a partire dalla data di nascita. Ma scovando tra gli archivi di Facebook e altre informazioni, scopriamo che, come già si sa, ha una passione per la musica fin da piccolo ed è amante degli animali, in particolare dei cani.

Claudio Rego: vita privata e professionale

Chi è Claudio Rego? Domanda alquanto lecita dato che sul suo conto non si sa molto: cantautore romano, come detto, sappiamo che ama la musica fin da bambino, infatti lo trasforma in un lavoro a tutti gli effetti. Ed è anche grazie ad esso che conosce la sua Donatella Rettore, con cui si è sposato nel 2005. Complici nella vita privata e professionale, Rego ha contribuito a molti successi della moglie, scrivendole anche dei testi di alcune sue canzoni.

Si sono conosciuti negli anni ’70 ad un concerto di Alan Sorrenti e da allora non si sono più separati. In comune hanno tantissime passioni tra cui l’amore per gli animali: hanno infatti tre cani. Ma a differenza della sua consorte, da sempre molto eccentrica e appariscente, lui sembra essere una persona più introversa e riservata, schiva che ama restare nell’anonimato. Tra le sue passioni, vi è anche il ciclismo.

Claudio Rego e Donatella Rettore

Il loro amore è più forte di tutto e di tutti, si conoscono e stanno insieme da una vita, senza essersi mai separati. A vederli, sembrano l’ombra l’uno dell’altra: complici nella vita privata e professionale, si completano a vicenda e affrontano tutto insieme. Come per la storia del figlio perso durante un aborto: un dolore immenso per la coppia che di certo non li ha divisi, bensì al contrario li ha uniti ancora di più.

Tanto da avere il coraggio di continuare ad inseguire il loro sogno di diventare genitori, provando con la strada dell’adozione. Ma purtroppo, come riportato dagli stessi in molte interviste, in Italia si tratta di una strada molto complessa e faticosa, ricca di burocrazia inutile. Quindi, il loro sogno non si è potuto realizzare ma sembrano lo stesso vivere felici insieme ai loro bellissimi cani.

Scritto da Marta Vitulano
Tag
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Coronavirus, la fuga della Regina Elisabetta: Carlo in quarantena

Pregoressia: cos’è l’ossessione del peso in gravidanza

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.