Beppe Vessicchio contro la Rai: “Non mi pagano e non mi fanno lavorare”

Beppe Vessicchio contro la Rai: la Tv di Stato non lo paga e non gli consente di lavorare.

Beppe Vessicchio si è scagliato contro la Rai, accusando la televisione di Stato di mancati pagamenti. Non solo, a causa di questi “contenziosi“, Viale Mazzini non gli consentirebbe di lavorare. 

Beppe Vessicchio contro la Rai

Con una lunga intervista rilasciata a Il Fatto Quotidiano, Beppe Vessicchio si è tolto parecchi sassolini dalle scarpe nei confronti della Rai.

Stando a quanto dichiarato dal Maestro, tra lui e la televisione di Stato c’è un contenzioso in atto, che non gli consente più di lavorare. Il motivo? Una questione che riguarda i cosiddetti diritti connessi. Beppe ha dichiarato: 

“Ho composto le musiche della trasmissione ‘La prova del cuoco’ fin dalla prima edizione. Tutta la produzione musicale e le registrazioni che sono state utilizzate in quel programma (a partire dalla sigla che divenne un vero ‘tormentone’), è stata da me interamente realizzata e in piena autonomia”.

Le parole di Beppe Vessicchio

Vessicchio ha sottolineato che i diritti connessi gli spettano perché lui è produttore e interprete di parecchie musiche dei programmi Rai. E’ per questo che, quando si è reso conto di non essere stato pagato, ne ha chiesto conto alla Tv di Stato. I vertici di Viale Mazzini, però, gli hanno risposto negandogli il compenso. A questo punto, Beppe non ha potuto fare altro che rivolgersi al giudice.

Il Maestro ha dichiarato: 

“Ed è scattata la clausola (‘deterrente’, la chiamo io) secondo la quale chi ha contenziosi con la Rai non può avere contratti in essere diretti con l’azienda. E così non ho potuto partecipare a molti programmi, perché l’ufficio legale è intervenuto sull’ufficio scritture artistiche (che stipula i contratti con gli artisti e gli ospiti) ponendo uno stop alla mia presenza”. 

La Rai non gli consente di lavorare

La “clausola” di cui parla Beppe è quella secondo cui, quanti hanno un “contezioso” aperto con la Rai non possono avere un contratto con l’azienda. Pertanto, Vessicchio è costretto a restare a casa, anche quando le partecipazioni in tv sono gratuite. Stando allo sfogo del Maestro, Viale Mazzini teme di “scoperchiare un ‘vaso di Pandora’“. Ha concluso: 

“Credo siano in molti a trovarsi nelle mie stesse condizioni. Conosco chi questi diritti li ha incassati e anche chi non li ha mai visti. (…) Intendo andare avanti fino in fondo a questa faccenda, nonostante io sia un ‘pesce piccolo’ rispetto ad altri potrei più facilmente temere le conseguenze dettate dalla lunghezza e dai costi di un iter giudiziario nonché dalla perdita di contratti. Desidero che la verità venga fuori: se avevo torto o meno non deve deciderlo la Rai”.

Scritto da Fabrizia Volponi
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Articoli correlati
Leggi anche
  • Moreno PorcuMoreno Porcu: chi è il nuovo Maestro di Ballando con le Stelle

    Moreno Porcu, classe 1988, sarà uno dei nuovi maestri di Ballando con le Stelle: di origine sarda, vive in provincia di Trento e ama da sempre la danza

  • Antonella FiordelisiGF Vip, Antonella Fiordelisi: “Ho fatto tanta tv”, la reazione di Cristina

    Un’affermazione di Antonella Fiordelisi ha suscitato la reazione di Cristina Quaranta al GF Vip.

  • Guenda GoriaGuenda Goria contro Gaia Zorzi: lo scontro su Giorgia Meloni

    Guenda Goria e Gaia Zorzi hanno avuto un acceso scontro via social in merito alla vittoria della Meloni alle elezioni politiche.

  • Elenoire FerruzziElenoire Ferruzzi ieri e oggi: le foto del passato

    Tutto quello che c’è da sapere sul cambiamento estetico di Elenoire Ferruzzi e le sue foto del passato.

Contents.media