Beppe Vessicchio si racconta: “Sono un architetto mancato”

Il direttore d'orchestra Beppe Vessicchio ha raccontato un aneddoto legato alla sua gioventù, quando studiava in università per diventare architetto.

Il maestro Beppe Vessicchio è un personaggio molto amato praticamente da sempre. Quando compare in televisione per qualche intervista, è sicurezza di ascolti molto alti. Eppure è un personaggio di sfondo, secondario rispetto ai presentatori o ai cantanti che ha accompagnato nei suoi lunghi anni di carriera. Al pubblico piace e a lui piace molto raccontarsi.

Durante un’intervista ha voluto parlare di quando era giovane e nei suoi programmi c’era quello di diventare architetto. Cosa che non si è mai avverata ed è molto grato al padre per averci messo del suo, cambiando la vita di quello che sarebbe diventato uno dei direttori d’orchestra più popolari in Italia.

Intervista a Beppe Vessicchio

C’è un programma che va in onda il mercoledì sera su Tv2000 e che si chiama ‘Questa è vita!”.

Forse non è popolare come i salotti televisivi di Mediaset, ma sicuramente ha il suo nel seguito. Soprattutto ha ospiti in studio di tutto rispetto che vogliono raccontarsi senza fronzoli e senza dover per forza scadere in quell’aspetto trash che sembra andare tanto di moda sulle reti televisive principali. Durante la prossima puntata di questa trasmissione, che vede al comando Michele La Ginestra e Arianna Ciampoli, ci sarà in studio il maestro Beppe Vessicchio.

L’intervista a Vessicchio, che all’anagrafe si chiama Giuseppe Vessicchio, ma per tutti è da sempre Beppe, è un’ottima occasione per scoprire qualcosa in più di lui oltre alle cose che si sanno già. Cioè che è nato a Napoli nel 1956, che è un direttore d’orchestra, ma anche musicista, arrangiatore e compositore. Nella sua carriera ha cominciato con artisti napoletani come Nino Buonocore, Edoardo Bennato, Peppino di Capri per citarne solo alcuni.

Negli anni ha lavorato con Gino Paoli, Andrea Bocelli, Zucchero, Ornella Vanoni e moltissimi altri artisti. Dal 1990 è una colonna portante del Festival di Sanremo.

L’architetto e il direttore d’orchestra

Durante la sua intervista a ‘Questa è vita!” il maestro Beppe Vessicchio ha rispolverato i tempi che furono, quando era uno studente universitario. Ed è stato proprio in quel periodo che c’è stato un evento che gli ha cambiato completamente la vita. Questo evento è il fulcro della chiacchierata con i presentatori del programma di Tv2000. All’epoca Vessicchio era uno studente di Architettura, facoltà che va frequentata, oltre che studiare a casa. Nel frattempo aveva una carriera parallela che lo vedeva alle prese con la musica. Beppe vessicchio si trovava spesso a fare notte fonda a causa della musica, che era la sua grande passione. E la mattina doveva svegliarsi per tempo per poter andare in università e frequentare i corsi di Architettura.

E’ a questo punto che è entrato in gioco il padre. Gli ha fatto una domanda tanto semplice, quanto diretta. Voleva sapere se, una volta laureato, avrebbe veramente fatto l’architetto. La risposta di Vessicchio è stata chiara: “No”. Il padre gli ha quindi suggerito di dedicarsi completamente alla musica e abbandonare la carriera di architetto. Cosa che, con il senno di poi, forse il maestro non avrebbe voluto fare veramente.

Scritto da Laura Anna Gritti
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Luca Daffrè dimentica Angela Nasti: chi è la nuova fiamma?

J-Ax, dedica social al figlio: “La mia più grande hit”

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.