Sean Milliken, morto il protagonista di Vite al limite: la sua storia

Sean Milliken, protagonista di Vite al limite, è morto a soli 29 anni. Ad annunciarlo è stato il dottor Nowzaradan

Sean Milliken, protagonista della quarta stagione di Vite al limite è morto in seguito ad una brutta crisi respiratoria. La notizia è stata data dal Dottor Nowzaradan nel corso dell’ultima puntata del noto programma di Real Time. Il ventinovenne era approdato nella famosa clinica di Houston con un peso pari a 455 chili.

Sean Milliken morto

Vite al limite è uno dei programmi di punta di Real Time e le vicende narrate appassionano sempre di più i telespettatori. Non sono solo i pazienti a catturare l’attenzione del grande pubblico, ma anche il Dottor Nowzaradan che, con le sue frasi ad effetto e talvolta cattivelle, è diventato una specie di star. Nell’ultima puntata del programma, il medico ha annunciato la perdita di uno dei protagonisti, ovvero Sean Milliken.

Il giovane, di soli 29 anni, si era rivolto alla clinica di Houston per perdere più di qualche chilo, visto che con i suoi 455 non riusciva più a condurre una vita normale. Il ragazzo, nel corso della prima visita, aveva dichiarato: “Non voglio morire, o mi impegno o è finita”. Il Dottor Nowzaradan aveva accettato di aiutarlo, ma, prima di sottoporlo ad un intervento di bypass gastrico, gli aveva chiesto di dimagrire.

Sean si era impegnato con tutto se stesso e, con una dieta da 800 calorie giornaliere, era arrivato a pesare 290 chili. A questo punto, il medico gli aveva dato il via libero per essere operato. Dopo questo traguardo importante, però, Milliken aveva perso la madre ed era piombato in una terribile depressione. Il giovane non era poi riuscito a trovare nessun parente che si potesse occupare di lui e, pian piano, era tornato a mangiare. Sean aveva così ripreso ad ingrassare ed era tornato a pesare 321 chili.

Le cause della morte

Dopo che Sean aveva iniziato a riprendere peso, il Dottor Nowzaradan aveva provato ad aiutarlo in ogni modo, tanto da affiancargli un team di esperti. Nonostante tutto, il tentativo è stato vano. Milliken, che era subito apparso disperato, aveva dichiarato: “Non voglio morire, non ho altra scelta o mi impegno o è finita. Dove mi vedo tra due anni? Non lo so ma spero di esserci per vederlo. Ho una piccola speranza per il futuro”. A sole due settimane da queste sue parole il giovane 29enne ha perso la vita. Ricoverato per un’infezione polmonare, Sean ha avuto una crisi respiratoria che si è rivelata fatale. La morte è avvenuta lo scorso febbrario, ma il Dottor Nowzaradan ha reso pubblica la notizia solo nell’ultima puntata di Vite al limite.


Scritto da Fabrizia Volponi
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Dsquared2 per Pepsi: la limited edition

Dieta invernale: come perdere peso naturalmente

Leggi anche
  • Denise Pipitone, Piera Maggio a Chi l'ha vistoDenise Pipitone, Piera Maggio a Chi l’ha visto: “Dopo anni dovete parlare”

    Il caso Denise Pipitone è riapparso con alcuni elementi contro Jessica Pulizzi e la madre Anna Corona, Piera Maggio lancia l’appello “Fatevi avanti”.

  • test dello stupro indiaTest dello stupro in India: una barbarie ancora praticata

    Il test dello stupro o della verginità è ancora diffuso in Asia e viene utilizzato per stabilire la purezza di una donna.

  • donna incendia auto ex compagnoDonna incendia l’auto dell’ex compagno per gelosia

    A Mantova una donna di 55 anni ha bruciato l’auto dell’ex compagno: i motivi di questo folle gesto.

  • elisa di francisca violenzaElisa Di Francisca: “Sono sopravvissuta a una violenza”

    “Sono sopravvissuta alla violenza maschile. Forse lui mi avrebbe sfigurata” così la schermitrice Elisa Di Francisca racconta la violenza subita.

Contents.media