Ruby Baby: Elio e le Storie Tese e la fidanzata segreta di Berlusconi

Ruby 1 – Italia 0. Le lacrime della giovane marocchina hanno dominato la puntata di Kalispera andata in onda ieri, come ci racconta Teledicoio. La violenza subita da bambina, l’aiuto del Premier Benefattore al quale raccontò di avere 24 anni ma non di essere la nipote di Mubarak.

Non è però la sola a dire la sua verità su Berlusconi. Ci mettono del loro anche Sabina Began (”Silvio è una persona molto speciale che ama essere accompagnata da diverse persone giovani, anche maschi gay. Lui adora i gay, dice hanno una marcia in più“) ed Evelina Manna (”Legge Erasmo da Rotterdam, ma anche il Piccolo Principe e gli piace fare “nannina” ovvero addormentarsi “a seggiolina”, abbracciati. Con una mentina in bocca, perché a lui piace essere sempre profumato“).

Che la pseudo-fidanzata sia una di loro?

Elio e le Storie Tese hanno una loro teoria in merito, e a Parla con me presentano la loro cover di Ruby Baby di Donald Fagen (qui il brano originale).

Guarda il video.

A mio parere, tuttavia, il toto-fidanzata del premier può ridursi a queste cinque signore: chi è secondo voi la fortunata? (clicca sulle immagini per ingrandirle)

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Leggi anche
  • NetflixNetflix blocca la condivisione di password e account

    L’aveva anticipato e sta avvenendo: Netflix sta attuando il blocco di condivisione di password e account, scatenando una serie di reazioni negative

  • MandrakeChi è Mandrake? Tutto sull’influencer brindisino

    Mandrake, nome d’arte di Giuseppe Ninno, è brindisino doc che ha conquistato il grande pubblico dei social grazie alla verità raccontata in chiave comica

  • Simone DominiciChi è Simone Dominici? Tutto sull’amministratore delegato di KIKO

    Il nuovo amministratore delegato di KIKO MILANO è Simone Dominici: uomo dalla carriera professionale ricca e importante, Dominici dimostra il suo talento

  • Ebrei giornata della memoriaEbrei e Olocausto: come venivano vestiti i prigionieri

    La terribile parentesi storica dell’Olocausto ha segnato il mondo intero. Tra simboli, divise e tatuaggi sulla pelle, i prigionieri erano “catalogati”.

Contentsads.com