Perché Fedez e J-ax hanno litigato: la storia spiegata bene

Il concerto a San Siro, la lite, la separazione e poi la pace: Fedez e J-Ax si sono ufficialmente riuniti e sono pronti ad un nuovo progetto.

Fedez e J-Ax hanno fatto pace e sono pronti per ripartire insieme: ma perché i due amici avevano litigato?

Fedez e J-Ax hanno fatto pace

Fedez e J-Ax hanno fatto pace, questa volta ufficialmente. A dare l’annuncio tanto sperato da migliaia di fan e il papà Ferragnez, attraverso una foto e un post su Instagram:

«Ed eccoci qua, con un po’ di capelli bianchi in più, due padri, due mariti e forse un po’ più adulti di prima Abbiamo imparato che è facile lasciarsi le persone alle spalle e che invece per mettere da parte l’orgoglio e tornare a riabbracciarsi anche quando ci si è fatto del male ci vuole coraggio. In questo momento storico dove essere divisi è normale e avere nemici è quasi uno status symbol, archiviare le differenze e focalizzarsi sui momenti belli vissuti insieme forse è la cosa più giusta per vivere un’esistenza serena».

Queste le parole recitate nel messaggio firmato da entrambi.

La rottura tra Fedez e J-Ax e il caso Rovazzi

L’apoteosi della loro carriera con il concerto a San Siro nel 2018, e poi la rottura. Fedez era stato ospite di Peter Gomez a La confessione e aveva parlato anche del litigio con J-Ax, spiegato i motivi della loro separazione e accennando anche all’allontanamento da Fabio Rovazzi:

«Se avessi saputo prima come erano andate le cose che hanno provocato la nostra separazione, non avrei fatto San Siro con lui. Non ho perso un socio, con J-Ax e con Fabio Rovazzi ho perso un pezzo della mia famiglia acquisita».

Il motivo del litigio tra Fedez e J-Ax

Ma perché Fedez e J-Ax avevano interrotto così bruscamente il loro rapporto? L’episodio incriminato sarebbe avvenuto dopo il ritorno da un viaggio con Chiara Ferragni, quando ha appreso che un suo collaboratore stava aprendo una società speculare a quella aperta da lui con J-Ax:

«Sono partito per quattro, cinque mesi, con mia moglie incinta, il periodo più difficile della mia vita. Ero fragile e poco lucido. In quella fase ho scoperto che un nostro collaboratore aveva aperto una società speculare alla nostra. Mentre io ero a Los Angeles, sono iniziati a venire fuori problemi economici, legati alle retribuzione di questo collaboratore. Per questa persona ero arrivato a mettere in discussione mia madre».

Inizialmente Fedez non pensava che Ax fosse coinvolto, ma poco dopo ha appreso che era a conoscenza di tutto ancor prima della tappa del tour a San Siro:

«Prima del concerto a San Siro chiesi a J-Ax se lui sapesse qualcosa su quella storia di questa nuova società. Lui mi disse di non sapere niente. Il giorno dopo, siccome Alessandro non aveva ancora visto mio figlio, lo invitai. Poi mi arrivò una sua chiamata (di J-Ax, ndr) in cui mi disse: “Di quella storia so tutto. Ti avevo detto di non sapere niente perché ero consapevole che altrimenti non saresti mai salito sul palco con me“. Non mi ha dato la possibilità di scegliere se fare quel concerto con lui, il concerto più importante della mia vita. Se avessi immaginato, non sarei salito sul palco».

La pace tra Fedez e J-Ax e il nuovo progetto

Acqua passata ormai. A distanza di 4 anni i due sembrano aver archiviato l’accaduto, e sono pronti a ripartire insieme. Non con la musica questa volta però.

«La vita è una strana coincidenza, ci siamo rivisti il giorno in cui Federico ha scoperto di avere il tumore al pancreas dopo esserci risentiti al telefono qualche giorno prima dopo 4 anni di silenzio. Dobbiamo raccontavi una cosa, e no, non sarà una canzone insieme. Abbiamo deciso di fare un regalo alla nostra città e contemporaneamente provare a fare del bene».

Queste le parole di Ax, che esclude una collaborazione musicale ma parla di un regalo alla loro città, a Milano.

Scritto da Alice Giusti
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Mick Jagger: le parole sul suo “erede” Harry Styles scatenano polemiche

Gianluca Vacchi a Domenica In: “Il documentario l’ho fatto per mia figlia”

Leggi anche
Contents.media