Parto da qui: intervista a Valerio Scanu su Sanremo, disco e rapporto con i fan

E’ uscito qualche giorno fa il nuovo album di inediti del vincitore della 60ma edizione del Festival di Sanremo, Valerio Scanu. Il nuovo disco si chiama “Parto da Qui” e abbiamo avuto modo di fare una chiacchierata con lui negli uffici della sua casa discografica.

Valerio ha seguito e partecipato attivamente a tutte le fasi di produzione del nuovo lavoro. Insieme al cd è stato pubblicato un dvd, che conterrà diversi contenuti extra: il videoclip del brano “Cosi Distante” (realizzato con un collage di vecchie foto e spezzoni di video inediti raccolti tra i ricordi di famiglia di Valerio), la versione piano e voce di “Sentimento” e tre cover molto amate dal pubblico di Scanu. Si tratta di “Everything I Do (I Do It For You)” di Bryan Adams, “Cambiare” di Alex Baroni e “Always” dei Bon Jovi.

Nel dvd ci saranno anche un video racconto track by track diParto da qui, durante il quale Scanu spiega ai fan la nascita di questo album, una photogallery e il video diario del “In tutti i luoghi tour” che raccoglie i racconti di alcuni selezionati fan che hanno partecipato questa estate ad un contest.

Ecco qui sotto la nostra videointervista.

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Leggi anche
  • NetflixNetflix blocca la condivisione di password e account

    L’aveva anticipato e sta avvenendo: Netflix sta attuando il blocco di condivisione di password e account, scatenando una serie di reazioni negative

  • MandrakeChi è Mandrake? Tutto sull’influencer brindisino

    Mandrake, nome d’arte di Giuseppe Ninno, è brindisino doc che ha conquistato il grande pubblico dei social grazie alla verità raccontata in chiave comica

  • Simone DominiciChi è Simone Dominici? Tutto sull’amministratore delegato di KIKO

    Il nuovo amministratore delegato di KIKO MILANO è Simone Dominici: uomo dalla carriera professionale ricca e importante, Dominici dimostra il suo talento

  • Ebrei giornata della memoriaEbrei e Olocausto: come venivano vestiti i prigionieri

    La terribile parentesi storica dell’Olocausto ha segnato il mondo intero. Tra simboli, divise e tatuaggi sulla pelle, i prigionieri erano “catalogati”.

Contentsads.com