Chi era Marcel Achard: storia dello scrittore francese

Marcel Achard e la storia della sua carriera di successo nel mondo del teatro.

Sebbene alcuni studiosi abbiano trovato limitata la psicologia dei suoi personaggi, Marcel Achard si è distinto come “specialista dell’amore” presentando un teatro romantico. Certo, il sentimento da lui raccontato si inserisce in un contesto diverso da quello shakespeariano, ma il suo apporto al XX secolo è sicuramente fondamentale.

Chi era Marcel Achard

Marcel Achard, nome d’arte di Marcel Augustin Ferréol (Sainte-Foy-lès-Lyon, 5 luglio 1899 – Parigi, 4 settembre 1974), è stato uno scrittore e drammaturgo francese. All’inizio della sua carriera, cominciata poco dopo la prima guerra mondiale, inaugura il suo pseudonimo ottenendo notorietà nel 1923. In questa data mette in scena la commedia sul circo “Voulez-vous jouer avec moâ?” insieme a Charles Dullin.

Con questo progetto inaugura una lunga serie di opere basate sullo stesso schema di rielaborazione dei personaggi della Commedia dell’arte italiana.

Con lui Colombina o Pierrot si presentano in un contesto moderno e attuale in cui si intrecciano complesse storie d’amore e non solo. L’autore non teme infatti di presentare una delle sue protagonisti femminili come moglie infedele e disinibita.

L’esordio a teatro di Marcel Achard

Le sue opere inoltre si fanno riconoscere per la velata malinconia segnata anche da canzoni popolari del tempo che aggiungono una nota dolceamara.

Ricordiamo per esempio “Noix de coco” del 1935 o “Savez-vous planter les choux?” del 1946. 

Sicuramente il suo periodo di massimo splendore si colloca a cavallo tra le due guerre, esattamente quando viene paragonato a colleghi del passato come Alfred de Musset o Pierre de Marivaux. Le sue opere ottengono sempre grande successo e quelle meno famose presentano ugualmente temi originali. 

Marcel Achard tra amore e odio

Non mancano infatti critiche a temi considerati controversi come per esempio quello dell’omosessualità nell’opera “Adam”. Diversi decenni dopo l’opera verrà in realtà considerata quasi banale, ma allora ha sicuramente fatto scalpore. Inoltre l’autore spesso si rifà a tecniche interessanti come quella del “dramma-nel-dramma” introdotta dal grande Luigi Pirandello. 

I commenti negativi non gli impediscono mai di andare avanti con il suo lavoro che si dimostra vincente anche dopo la seconda guerra mondiale. Molte le opere di successo di cui si ricorda particolarmente la commedia con il protagonista soprannominato “Patate” uscita nel 1957.

Scritto da Alessandra Coman
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Chi era Georges Simenon: vita dello scrittore belga

Vestiti lunghi autunnali 2021: i trend della stagione

Leggi anche
Contents.media