Imprenditore 53enne morto per la puntura di un calabrone

Stefano “Villy” Bergomas era allergico ai calabroni, ma lo shock anafilattico l’ha colpito prima che riuscisse a iniettarsi l'antidoto

È morto Stefano “Villy” Bergomas, l’imprenditore friulano di 53 anni punto da un calabrone. Era ricoverato in terapia intensiva all’ospedale San Giovanni di Dio di Gorizia, ma, dopo dieci giorni di coma, non c’è stato più niente da fare.

L’imprenditore ucciso da un calabrone

Bergomas era cosciente di essere allergico alle punture di vespe e calabroni, e proprio per questo aveva sempre con sé un apposito kit antiallergico dotato di antidoto. Gli era infatti già successo di essere punto, un paio d’anni fa: in quel frangente era riuscito a salvarsi proprio grazie un’iniezione tempestiva. Purtroppo stavolta lo shock anafilattico si è rivelato particolarmente violento, tanto da fargli perdere i sensi prima di poter raggiungere il kit salvavita.

Quando i familiari hanno capito cosa stava succedendo hanno chiamato subito un’ambulanza, ma purtroppo era troppo tardi: all’arrivo dei sanitari l’uomo aveva già subito danni cerebrali.

Un uomo rispettato

Al momento della puntura fatale Stefano Bergomas si trovava nel suo agriturismo, a Corona, frazione di Mariano del Friuli, al termine di una giornata lavorativa. Era domenica 17 luglio, e l’uomo aveva appena finito di servire gli ultimi clienti. Era un imprenditore molto conosciuto nella zona, non solo per il suo agriturismo ma anche per il suo impegno nel volontariato.

Bergomas era infatti parte sia del gruppo alpini Virgulin di Mariano e Corona sia dei donatori di sangue della Fidas Isontina.

Scritto da Roberto Bargone
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Leggi anche
  • Vaccini contro influenza e Covid in farmaciaVaccini contro influenza e Covid in farmacia: tutti i dettagli

    Vaccini contro influenza e Covid in farmacia: le vaccinazioni saranno rivolte sia agli adulti che ai bambini. Come funzionerà?

  • Strage di ErbaStrage di Erba. Olindo si dichiara innocente, ma conferma aggressioni

    Rosa e Olindo sono innocenti o colpevoli? Questo è ciò sul quale ha fatto luce Quarto Grado. L’uomo ha confermato le aggressioni a Raffaella Castagna.

  • Incidente a LutagoIncidente a Lutago, coinvolti un pulmino e un’auto: 14 feriti

    Incidente a Lutago tra un pulmino e un’auto: il violento impatto tra i due mezzi ha causato il ferimento di 14 persone. Uno dei feriti è grave.

  • omicidio a civitanova marcheOmicidio a Civitanova Marche, uomo ucciso a colpi di stampella

    Omicidio a Civitanova Marche: un uomo di 39 anni, originario della Nigeria, è stato ucciso da un cittadino italiano a colpi di stampella.

Contents.media