Gerry Scotti e la frecciatina a Carlo Conti

La Corrida passa alla Rai, e Gerry Scotti lancia una frecciatina a Carlo Conti, il nuovo conduttore del famosissimo programma

Se non lo sapevate, appuntatevi sull’agenda l’appuntamento con La Corrida, un programma che non ha bisogno di presentazioni. Ha fatto e continuerà a fare la storia della tv italiana. In questi giorni proprio Gerry Scotti, uno dei celebri conduttori del programma, si è espresso in merito alla trasmissione che andrà in onda, stavolta, sotto la conduzione di Carlo Conti.

Ma pare che gli sia sfuggita una frecciatina… Vediamo cosa ha detto.

La frecciatina

Nell’intervista a Gerry Scotti da parte di Tv Sorrisi e canzoni, non è mancata una domanda da parte del giornalista in merito a una vociferata gelosia per il nuovo conduttore de La corrida. E Gerry Scotti ha risposto così: “”Chi guida la Ferrari è geloso se la Mercedes cambia gli specchietti? Sono certo che Carlo farà bene”.

Come spiegare questa metafora automobilistica? La Ferrari sarebbe il programma Tu si que vales, molto seguito e definito da alcuni la Corrida 2.0. La Mercedes è invece quella “guidata” da Carlo Conti, ossia la Corrida che da Mediaset passa a Rai. Non è gelosia quella di Gerry Scotti, ma comunque la frecciatina al collega resta chiara, quasi come se avesse voluto sottolineare che i programmi da lui condotti sono più importanti.

Pur avendo detto che crede che Carlo Conti farà, è sembrata più un’espressione obbligata per non sbilanciarsi dopo la già battuta (vaga ma non così tanto) nei confronti di Conti.

La Corrida in Rai

Inizierà venerdì 13 aprile la nuova versione della Corrida. Lo show, molto amato da tutti, ebbe inizio nel 1986 condotto da Corrado, lo storico presentatore. Ma ebbe inizio già da prima in radio, con un tale successo che Corrado, l’ideatore, e suo fratello, decisero di trasporlo in tv.

Dal 2002 al 2009 è stato Gerry Scotti a tenere le redini del programma, quindi molti anni che gli hanno permesso di affezionarsi molto al programma che adesso critica ancor prima di vedere. Non ebbe nulla da dire nel 2011 quando la conduzione passò a Flavio Insinna, eppure adesso ha avuto da ridire su Carlo Conti.

Sono passati ben sette anni dall’ultima edizione del programma, per cui c’è molta attesa da parte del pubblico per capire come sarà cambiato, soprattutto vista la scelta del cambio di rete. Queste le dichiarazioni del dirigente generale della Rai: “Carlo Conti rimarrà in radio. Siamo riusciti a convincerlo ad avere un cambiamento. Da dirigente artistico di Radio Rai, dove ha concluso il suo percorso, tornerà artista nel senso che La Corrida farà ritorno in televisione nella primavera 2018, approdando proprio su Radio 2 prima del programma tv che ci auguriamo che riscuota lo stesso successo di tutti i programmi di Carlo”. La scelta è stata dunque di puntare su un conduttore molto seguito, nella speranza che attragga il suo pubblico. Anche se forse non ce ne sarà bisogno, vista la storia de La Corrida, nel cuore degli italiani da più di cinquant’anni.

Scritto da Marianna Santagata
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Hacker eliminano Despacito da Youtube: un attacco politico?

Caterina Balivo: battuta su Barbara D’Urso

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.