disagi a itri depuratore fognario rotto

Molti i problemi e i disagi che hanno patito gli abitanti della zona di Calabretto, la parallela alla statale Appia, nel tratto Itri-Formia. Nella zona, infatti, ha sede il nuovo depuratore nel quale convogliano le acque “nere” dei 10.500 abitanti invernali e degli oltre 15.000 presenti a Itri l’estate.

I disagi si sono presentati nei giorni scorsi quando si è rotto il depuratore della rete fognaria che, solo tre anni fa, era stato rimesso a nuovo.

Il problema riguarda una delle due pompe che alimenta lo spurgo dei liquami si è bloccata.

Immediato l’intervento dei tecnici che hanno provveduto alla sua sostituzione.

I disagi sono durati qualche giorno, a cavallo di giugno e luglio.

Già in passato si erano verificati episodi simili all’ultimo che ha interessato una delle due pompe del depuratore fognario.

I residenti del posto, complici le temperature estive e il caldo, hanno lamentato la presenza nell’aria di un odore forte, intenso e sgradevole.

Scritto da Valeria Abate
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

campagna antiabbandono ente nazionale protezione animali

idea per catturare la plastica negli oceani

Leggi anche
  • Crossdressing uomini eteroCrossdressing, perché uomini etero si sentono bene con abiti femminili

    L’abbigliamento è sempre più gender fluid e uomini etero che preferiscono vestirsi da donna ne sono l’esempio, sono i crossdresser.

  • Gender fluid chi sonoGenerazione Z, gender fluid e sognatrice: chi sono gli adolescenti oggi

    Sono impauriti dal futuro ma non si tirano indietro e cercano di cambiare il mondo: chi sono i ragazzi della Generazione Z?

  • mamme donne realizzateNon è vero che le donne si sentono realizzate solo con la maternità

    Le donne solo se mamme, secondo l’opinabile parere dell’europarlamentare Antonio Tajani, acquisirebbero la loro realizzazione.

  • astrazeneca donneAstrazeneca, Antonella Viola: “Non per le donne sotto i 60 anni, è rischioso”

    Il dibattito sulla differenza di genere rimane aperto anche in tema vaccini dopo il parere dell’immunologa Antonella Viola secondo cui Astrazeneca non andrebbe somministrato sulle donne al di sotto dei sessant’anni.

Contents.media