Coronavirus, come disinfettare il pc: trucchi e consigli

L'emergenza Coronavirus ci ha costretto a rivedere gli aspetti principali della nostra vita: come disinfettare il pc?

Disinfettare al meglio il pc dovrebbe essere una pratica che dovremmo imparare a mettere sempre in atto, non solo in emergenza Coronavirus. Bastano pochi e semplici trucchi e avrete il computer pulito ogni giorno. Batteri, germi e polvere non saranno più un problema.

Coronavirus: disinfettare il pc

L’emergenza Coronavirus ci ha costretto a rivedere gli aspetti principali della nostra vita, compresi quelli legati all’igene. Pulire gli oggetti con i quali veniamo a contatto quotidianamente, quindi, è necessario. Il pc, così come il cellulare, è un vero e proprio ricettacolo di germi. Vi è mai capitato di osservare lo schermo del computer contro luce? Se non lo pulite da tempo, magari da quando lo avete acquistato, evitate di farlo: vi potrebbe venire un coccolone.

Il pc di casa dovrebbe essere disinfettato a fondo almeno una volta alla settimana, mentre quello dell’ufficio ogni mattina, non appena si arriva in ufficio. Schermo, tastiera e mouse sono le parti che accumulano più sporco, polevre, germi e batteri. Come igenizzarli al meglio? Con pochi e semplici trucchi riuscirete ad avere il computer sempre pulito e non riuscirete più a farne a meno: parola di lupetto. La buona notizia, che di certo vi spingerà ad una pulizia quotidiana, riguarda il prodotto da utilizzare: è uno e lo si può ‘preparare’ a casa.

Vi basterà mescolare acqua e aceto e il gioco è fatto. Ricordatevi sempre che la disinfezione va fatta solo ed esclusivamente con il pc spento.

Avete presente quando pulite le lenti degli occhiali da vista o da sole dopo un po’ di tempo che non lo fate? La sensazione è quella di tornare a vedere nitidamente. Bene, con lo schermo del pc proverete la stessa cosa. Quanti lavorano quotidianamente con il computer, ma anche chi lo utilizza un paio di volte a settimana, avrà notato che il monitor si riempie spesso di polvere.

Per pulirlo al meglio l’ideale è utilizzare un panno in microfibra nebulizzato con il prodotto formato con acqua e aceto. Accortezza importante: mai fare pressione sullo schermo. Evitate assolutamente prodotti contenenti alcol, acetone o ammoniaca, perché potrebbero danneggiare lo schermo, intaccandone anche l’effetto antiriflesso. Non utilizzate panni ruvidi perché graffiano il monitor, o di carta, perché lasciano pelucchi e residui.

La tastiera

Per pulire al meglio la tastiera è bene utilizzare sempre un panno in microfibra e il mix di acqua e aceto. L’ideale, prima di passare alla fase di ‘strofinamento’, sarebbe passare un pennellino o un cottonfioc tra i tasti. Così facendo si tirerà fuori la polvere e la pulizia sarà più semplice. Evitate la carta perché, così come con il monitor, lascerebbe pezzettini e, in più, gli stessi potrebbero infilarsi ulteriormente tra i tasti.


Il mouse

Il mouse, così come la tastiera, è l’oggetto che va disinfettato al meglio perché entra in contatto con le nostre mani. L’emergenza Coronavirus ci ha imposto una piccola riflessione che prima, presi dalla frenesia quotidiana, abbiamo sempre tralasciato: quante cose tocchiamo, nell’arco della giornata, con le nostre belle manine? Se le laviamo al meglio per evitare il contagio da Covid19, la nostra ‘fatica’ risulterebbe inutile se non igenizzassimo allo stesso modo il mouse. Utilizzando sempre un panno in microfibra nebulizzato con acqua e aceto, basterà passarlo su tutta la superficie e il gioco è fatto. Fate attenzione a pulire accuratamente gli angoli più nascosti e le fessure del mouse, magari utilizzando uno stuzzicadenti o un cottonfioc.

Scritto da Fabrizia Volponi
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Chi è Robert Downey Jr.: quello che non sai sull’attore

Come svegliarsi con i capelli perfetti? Trucchi e consigli

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.