Notizie.it logo

Coronavirus, come disinfettare le scarpe in casa: trucchi e consigli

come disinfettare scarpe

In piena emergenza Coronavirus, ma anche nella nostra vita di sempre, dovremmo imparare a disinfettare sempre le scarpe: consigli.

Disinfettare le scarpe è una buona abitudine che tutti dovremmo adottare, non solo adesso che siamo in piena emergenza Coronavirus. Considerando che non abbiamo la possibilità di portarle in lavanderia, cosa possiamo fare per dare una bella pulita ‘fai da te’ alle nostre calzature?

Come disinfettare le scarpe in casa

L’emergenza Coronavirus costringe, quanti sono fortunati e non devono uscire per lavorare, a stare in casa. Considerando che di tempo libero ne abbiamo abbastanza, possiamo dedicarci con calma a quelle ‘mansioni domestiche’ che solitamente evitiamo ‘come la peste’. Tra queste c’è la pulizia delle scarpe. Ovviamente, quanti sono costretti ad uscire per recarsi in ufficio dovrebbero comunque trovare un po’ di tempo per adottare la buona abitudine di disinfettare le calzature. Questa operazione, a seconda dei luoghi che si frequentano, andrebbe ripetuta più volte nel corso dell’anno.

Oggi come non mai, vista l’emergenza sanitaria che stiamo vivendo, dovremmo imparare a prenderci cura delle scarpe come di qualsiasi altro indumento.

Toglierle appena si entra in casa, ad esempio, è cosa ‘buona e giusta’. Le nostre sneakers preferite, proprio quelle che indossiamo ogni singolo giorno, sono portatrici di batteri. Per questo è necessario lasciarle fuori dalla porta oppure in un angolino all’ingresso. Camminare tra le quattro mura domestiche con le scarpe indosso è pericoloso soprattutto in presenza di persone con difese immunitarie basse o con bambini che gattonano. Abituandoci a camminare in casa scalzi o con un paio di comode pantofole, non solo eviteremo terribili infezioni, ma contribuiremo anche al ‘benessere’ di tappeti e pavimenti.

Metodi e consigli

Considerando che a causa dell’emergenza sanitaria non possiamo uscire di casa, dobbiamo cercare di ‘attrezzarci’ come meglio possiamo.

Disinfettare le scarpe in casa, infatti, è possibile: basta prestare attenzione a qualche consiglio e il gioco è fatto. Di metodi ce ne sono diversi, ma quelli che risultano essere più efficaci contro i batteri sono pochi:

  • Prodotti a base di oli essenziali: perfetti per quanti vogliono puntare su qualcosa di naturale. L’olio di eucalipto, menta peperita, bergamotto o timo hanno proprietà battericide e fungicidi e vengono regolarmente utilizzati per sterilizzare e profumare le calzature.
  • Alcol denaturato: ideale per disinfettare le scarpe in modo rapido. Per avere dei risultati ottimali, bisogna lasciarle in ammollo in una vaschetta con acqua e alcol. Se le calzature sono realizzate in un materiale delicato, ricordatevi di strofinarle delicatamente con un panno imbevuto con questa sostanza.
  • Acqua e candeggina: con questo mix si disinfetta solitamente l’interno delle scarpe.

    Perfetto per igienizzare anche le suole, ma soltanto quelle bianche altrimenti si corre il rischio di macchiarle.

  • Spray antibatterico: venduti solitamente per pulire le calzature, sono l’ideale per quanti cercano un buon modo per disinfettarle. A base di sostanze microbiologicamente attive e particelle d’argento, riescono ad eliminare i batteri e assorbire i cattivi odori.
  • Lampada ultravioletta: questo è il metodo più efficace per disinfettare le scarpe, ma non tutti ne posseggono una. Quanti sono fortunati, potranno avvicinare le calzature alla lampada per circa 15 minuti. Così facendo si elimineranno batteri, virus, funghi, germi e cattivi odori.
© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Fabrizia Volponi
Fabrizia Volponi nata ad Ascoli Piceno nel 1985. Laureata in "Scienze Storiche" e in "Scienze Religiose", sono da sempre appassionata di lettura e di scrittura. Divoro libri e li recensisco sul mio Blog Libri: medicina per il cuore e per la mente. Lasciatemi in una libreria, possibilmente piccolina e vintage, e sono la donna più contenta del mondo.
Leggi anche
  • Gravidanza: sintomi e cosa fareGravidanza: sintomi e cosa fare

    Sospetti di essere incinta ma non sai bene quali sono i sintomi? Leggi per scoprire i sintomi della gravidanza nelle prime settimane. Scopri tutto sulla gravidanza extrauterina o gemellare, cosa fare se prendi la pillola o hai la spirale, se hai ciclo, endometriosi od ovaio policistico. Sintomi gravidanza prime settimane Ovviamente il campanello d’allarme che ti fa capire che probabilmente sei incinta è il mancato arrivo del ciclo mestruale. Tuttavia, prima del ciclo successivo è possibile percepire alcuni segnali causati dagli sbalzi ormonali conseguenti al concepimento. Tra gli ormoni che si attivano dopo la fecondazione dell’ovulo troviamo la Beta hCG,

Leggi anche
  • Onicomicosi: come curarlaOnicomicosi: come curarla

    L’onicomicosi riguarda le unghie di mani e piedi ed è molto frequente. Vediamo meglio di cosa si tratta. Cos’è onicomicosi L’onicomicosi è un’infezione fungina (ovvero provocata da funghi) che colpisce le unghie. Può riguardare una o più unghie, che siano dei piedi oppure delle mani. Di solito l’onicomicosi inizia con una macchia di colore bianco o giallo sotto la punta dell’unghia interessata. Se la micosi arriva a diffondersi in profondità, l’unghia può perdere colore, ispessirsi e sviluppare margini frastagliati. Oltre a risultare chiaramente antiestetica, questa situazione può provocare dolore. Cause L’onicomicosi delle unghie è generalmente provocata dall’azione di funghi, in