Centro commerciale Euroma2 sarà aperto il 1 gennaio 2015?

Siete di Roma e non siete mai andate alla galleria commerciale Euroma2? Male, molto male se siete delle vere shopping-addicted!
Oltre ai negozi di ristorazione, che non possono mai mancare e non sono mai troppi, e all’ipermercato, troverete tantissimi negozi d’abbigliamento come Armani Jeans, Guess e Jeckerson; di calzature, come Alviero Martini 1 Classe, Bata e Clarks; gioiellerie, BlueSpirit, Kleò Bijoux; cura della persona, quali Perlier e Kiko; arradamento e tecnologia come Apple e Kasanova; e altri.

Avrete sicuramente l’imbarazzo della scelta ed è un luogo in cui potrete passare dell’ottimo tempo insieme a tutta la famiglia.
Il centro è sito in via Cristoforo Colombo ed è aperto tutti i giorni, compreso la domenica. Purtroppo però giovedì 1 gennaio 2015 rimarrà chiuso. Ma non disperate: tenetevi pronte per l’inizio dei saldi ì, fissato per il 3 gennaio e sicuramente riuscirete a trovare delle vere occasioni.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Collezione speciale Valentino New York

Quando cominciano i saldi con Bottega verde gennaio 2015?

Leggi anche
  • fabio cantelli chi èChi è Fabio Cantelli, dalla carriera come scrittore a San Patrignano

    Fabio Cantelli è uno dei protagonisti della docu-serie Netflix SanPa, nella comunità aveva vissuto 10 anni sia come ospite che come collaboratore.

  • revenge porn maestra torino licenziata direttriceRevenge porn maestra di Torino licenziata: condanna per la direttrice

    Maestra d’asilo di Torino vittima di revenge porn nel 2018: richiesta la condanna per la preside che l’aveva licenziata e per una mamma.

  • pubblicità nuvenia codice media e minoriLa pubblicità Nuvenia ha infranto il codice media e minori: i motivi

    Lo spot “Nuvenia – Viva la vulva” è stato giudicato inadatto a un pubblico di minori, ma perché tanto scalpore su alcuni fenomeni legati alle donne?

  • aumento richiesta divorzio dopo il lockdownCoronavirus, aumento richiesta di divorzio dopo il lockdown: i dati

    Boom di richiesta di divorzio e di chiamate ai centri antiviolenza: il lockdown ha avuto effetti non trascurabili anche sui nuclei familiari.

Contents.media