Chi era Adriano Olivetti: storia del grande imprenditore

Adriano Olivetti, figlio del grande Camillo fondatore della nota azienda omonima. Tra lavoro aziendale e attenzione per il sociale.

Il fascino per le macchine da scrivere è intramontabile e regala sempre quella piacevole nostalgia, simile all’emozione che danno i film di Woody Allen. Scopriamo quindi la storia di Adriano Olivetti, l’imprenditore che ha portato avanti la grande azienda omonima. 

Chi era Adriano Olivetti

Adriano Olivetti (Ivrea, 11 aprile 1901 – Aigle, 27 febbraio 1960) è stato un imprenditore italiano. Cresce con i genitori nella città piemontese e si diploma all’Istituto Tecnico di Cuneo nel profilo fisico-matematica per poi iscriversi al Politecnico di Torino e laurearsi in ignergneria chimica.

Chi era Adriano Olivetti

Cresce però negli anni della guerra e quindi la sua gioventù non è solo segnata da un bel percorso scolastico, ma anche da una formazione militare e una forte attenzione alla politica. Nel 1919 collabora con il padre nella redazione del quotidiano “L’Azione Riformista” per indirizzarsi successivamente verso il settimanale “Tempi Nuovi”.

L’inizio della carriera presso l’azienda di famiglia

Olivetti conosce il suo destino e dopo un periodo di studio negli Stati Uniti, dove impara le ultime pratiche di organizzazione aziendale, torna in Italia, pronto a lavorare nell’azienda del padre.

Inizia con le mansioni più umili per poi diventare direttore numerosi anni dopo e presidente solo nel 1938.

Chi era Adriano Olivetti

Nonostante fosse un imprenditore benestante, si sente lontano dagli ideali fascisti partecipando attivamente alle manifestazioni politiche. Dopo il ritrovamento di Matteotti partecipa con tanti amici e colleghi alla liberazione di Filippo Turati. Con la carica di direttore generale deve mostrarsi prudente nell’esprimere il suo dissenso, ma una volta trasferito a Milano si appassiona sempre di più alla politica.

L’impegno etico e sociale anche nel lavoro

Nonostante il suo evidente antifascismo durante gli anni più difficili si rifugia in Svizzera e una volta tornato riprende in mano la sua azienda, nota per essere la prima nel mondo per prodotti da ufficio. A rendere così di successo il suoprogetto è anche l’idea teorica che vi è alla base che racconta nel 1945 in “L’ordine politico delle Comunità”

Chi era Adriano Olivetti

Ottiene un grande riconoscimento per il suo lavoro nel 1955 con la vittoria del “Gran Premio Nazionale” per l’influenza nel design e nell’industria durante la seconda edizione del Premio Compasso d’Oro. Questo è un’ importante competizione che ha visto la presenza di figure come Gio Ponti  o Achille Castiglioni in giuria.

Scritto da Alessandra Coman
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Articoli correlati
Leggi anche
  • Amici di Maria de FilippiAmici 22: tutto sulla nuova edizione del talent show

    Il 18 settembre riparte Amici di Maria de Filippi; non vedremo più Anna Pettinelli e Veronica Peparini, sostituite da Arisa ed Emanuel Lo

  • Francesca NeriFrancesca Neri, chi è l’attrice e produttrice moglie di Claudio Amendola

    Francesca Neri, nota attrice e produttrice cinematografica, è stata legata sentimentalmente a Claudio Amendola per 25 anni: l’amore, però, pare essere finito

  • Joker 2Joker 2 – Folie à deux: quando esce e che cosa sappiamo?

    In arrivo nel 2024 il sequel di Joker. Protagonista ancora Joaquin Phoenix accompagnato da una star internazionale: Lady Gaga

  • Claudio Amendola chi èChi è Claudio Amendola, uno dei più noti attori italiani

    Scopriamo tutto quello che c’è da sapere su Claudio Amendola, uno degli attori più amati del cinema e televisione italiana.

Contents.media