Sollievo per Baudo e Hunziker, avranno i loro soldi

Il Festival di Sanremo, nella sua cinquasettesima edizione, affidato alla conduzione di Michelle Hunziker e Pippo Baudo, è pronto a partire martedì 27 febbraio in diretta su Raiuno. Il forte scossone che ieri ha scosso il governo, ha scosso anche il già precario equilibrio del Festival che, come ogni anno, a pochi giorni dalla sua vigilia si contorna di un'infinità di polemiche.

L'ultima in ordine di tempo è arrivata dal Codacons e dall'Associazione degli utenti radiotelevisivi che hanno presentato un ricorso al Tar del Lazio finalizzato a bloccare la manifestazione sonora. Sotto accusa i compensi troppo alti per i presentatori, per i super ospiti e per alcuni artisti che, in alcuni casi, supererebbero i 272.000 euro, in netto contrasto con l'articolo 593 della finanziaria, relativo alle retribuzioni nelle aziende pubbliche.

Ecco come ha commentato Carlo Pileri, il presidente dell'Adoc (Associazione per la difesa el'orientamento dei consumatori, promossa dalla UIL): “Sono compensi fuori da ogni logica e poi una tv pubblic non può non tenere conto della situazione di crisi complessiva del Paese.

Chiediamo all’Autorità per la concorrenza di verificare che tali compensi non siano pagati con le entrate derivanti dal canone, altrimenti ci troveremmo di fronte ad una violazione della concorrenza”.

Ma secondo voi poteva davvero saltare il Festival? Assolutamente no! Infatti questa mattina il ministro delle Riforme, Luigi Nicolais, ha firmato una circolare che elimina il tetto ai compensi per le star della Rai, il cui ingaggio è assai superiore alla cifra fissata dalla finanziaria.

Di conseguenza le minacce del Codacons perdono di efficacia.

Cancellare il Festival di Sanremo sarebbe stato un danno economico insopportabile per la Rai” dice Giampieri Raveggi, il capo struttura di Rai Uno, “comunque abbiamo affrontato il problema con la massima fiducia, se la direttiva non fosse arrivata in tempo utile una possibile soluzione d'emergenza sarebbe stata la prestazione a titolo gratuito di Michelle Hunziker e di Baudo”.

Beh insomma forse con questi stipendi si sta un po' più che esagerando. In una società in cui l'orario di lavoro è soggetto a continue dilatazioni, in cui il tempo libero si riduce a zero, in cui non puoi permetterti di dire “non ci sto” perchè c'è subito qualcuno pronto a sostituirti, in cui le ritribuzioni sono sempre più misere, arrivare a pagare più di 272.000 euro le star della Rai per il Festival di Sanremo ha, davvero, dal ridicolo. Che ne dite?
3 Post correlati Nevruz, Nathalie e Davide: i finalisti di ‘X-Factor 4’ Gianna Nannini, le foto incinta su Vanity Fair: ‘Ti chiamerò Penelope’ I Negramaro presentano “Casa 69”: report della conferenza stampa di presentazione X-Factor 4, in semifinale gli inediti di Nevruz, Nathalie, Davide e Kymera e l’omaggio a Gianni Morandi “

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Striscia la Notizia contro Tele dico io

Festival di Sanremo: Luigi Tenco, l'”effetto-Tenco” e le colpe della Tv

Leggi anche
  • Cornelia Jakobs chi èChi è Cornelia Jakobs: la cantante svedese dell’Eurovision 2022

    Tutto quello che sappiamo su Cornelia Jakobs, la cantante svedese che parteciperà all’Eurovision Song Contest 2022 con il suo brano Hold Me Closer.

  • mara carfagna chi èChi è Mara Carfagna: vita privata e curiosità sulla ministra

    Laureata in Giurisprudenza, sesto posto a Miss Italia, alle spalle una legge contro lo stalking: la carriera della Ministra per il Sud Mara Carfagna.

  • Recensione nuovo film "Animali Fantastici - I segreti di Silente"Recensione del nuovo film “Animali Fantastici – I segreti di Silente”

    “Animali Fantastici – I segreti di Silente”, nuovo film intenso e sempre sul filo del rasoio, concentra l’attenzione sui tragici intrecci di Albus Silente.

  • freaks outFreaks Out: trama e cast del film

    Freaks Out è un film del 2021 dai grandiosi effetti speciali e con un grande cast, la cui trama ha tocchi di fantasy e dramma.

Contents.media