Sanremo: Michelle Hunziker contro la violenza

Sanremo 2018, Michelle Hunziker porta sul palco dell'Ariston la battaglia contro la violenza sulle donne.

Sanremo 2018 è anche impegno sociale. Portavoce di quest’anno, impegnata già di suo da diverso tempo, è Michelle Hunziker che ha deciso di portare sul palco del Teatro Ariston la battaglia contro la violenza ai danni delle donne.

Sanremo, un narciso bianco per le donne

In un clima effervescente che ha avuto il primo fuori onda a causa di un uomo non identificato che è salito sul palco interrompendo la performance introduttiva di Fiorello, per fortuna tutto è tornato a posto dopo pochi minuti.

Risolto il problema dell’invasione da parte dell’uomo sconosciuto, infatti, che subito è stato etichettato come un folle mitomane, tra una risata, una battuta e alcune frasi un po’ fuori regime dello showman siculo in pieno spolvero, ecco che Michelle Hunziker decide di parlare del narciso bianco che tiene tra le mani.

La Hunziker, bellissima nel suo elegante abito lungo di velluto nero, con la cascata di capelli biondi e perfetti che le incorniciano il viso, appare assolutamente splendida e riesce a rendere ancora più visibile il fiore che stringe tra le sue curatissime dita.

Il fiore che stringe Michelle Hunziker

Non si tratta di una scelta casuale, pur essendo nella città dei fiori Michelle ha scelto scientemente quel fiore, questo perché si tratta di un simbolo.

Il narciso bianco, infatti, oramai è il non confondibile segno di riconoscimento della campagna #iosonoqui.

La campagna, che è stata lanciata dalla showgirl proprio ieri insieme al sindaco di Sanremo, Alberto Banchieri, è molto importante, voluta fortemente da tutti, e anche oggi le è stato dato il giusto spazio, dopo le parole spese dal primo cittadino durante la conferenza stampa: “Il festival racchiude tante cose, ma è importante lanciare anche un messaggio su un tema attuale: la violenza sulle donne.”.

Poi, ancora, Alberto Banchieri ha sottolineato che ci teneva a sottolineare una problema che troppo spesso passa in silenzio ancora, e paradossalmente, proprio tra le stesse donne. In questo modo, quindi, la città di Sanremo ha voluto dare un suo preciso contributo.

Si è deciso di farlo, simbolicamente, attraverso un fiore, ma non uno qualsiasi. Il narciso bianco, infatti, rappresenta delicatezza, eleganza e fa riferimento alla grazia della donna ma indica, allo stesso tempo, anche la forza femminile. Una scelta molto precisa, quindi, assolutamente pensata.

Sanremo

Ogni sera un fiore diverso

Prima che Michelle Hunziker desse poi il via all’inizio del festival con la prima cantante in gara, la giovane e molto elegante Annalisa, il sindaco di Sanremo ci ha tenuto anche a ribadire che, sempre nella volontà di promuovere l’associazione per la quale si sono impegnati sia gli organizzatori della kermesse, oltre che la presentatrice e il comune ospitante, ogni sera ci sarà un fiore diverso.

Per promuovere la campagna #iosonoqui, quindi, ogni giorno i fiori cambieranno per indicare proprio la diversità e l’importanza della donna. Una bella inziativa che, si spera, servirà a non far sì che siano solo parole vuote, ma un impegno serio e preciso.

Scritto da Alice Scolamacchia
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Articoli correlati
Leggi anche
  • Valeria GraciValeria Graci: chi è, vita privata, lavoro e amore

    Valeria Graci è una comica che ha esordito insieme a Katia Follesa a Zelig, un divertentissimo duo che dopo molti anni ha deciso di dirsi addio. 


  • Gianluca GazzoliGianluca Gazzoli, chi è: vita privata e carriera

    Gianluca Gazzoli è un giovane conduttore radiofonico, che lavora per Radio Deejay.

  • Reazione a catenaI Monelli di Reazione a Catena: chi sono e da dove vengono

    I Monelli di Reazione a Catena vincono quattro volte e arrivano a una somma elevatissima: scopriamo chi sono e da dove provengono

  • Vacanze ai CaraibiVacanze ai Caraibi: trama e cast

    Vacanze ai Caraibi è una pellicola italiana diretta da Neri Parenti, con Christian De Sica e Massimo Ghini.

Contents.media