Chi è Sandra Lonardo, la senatrice e moglie di Clemente Mastella

Politica italiana, senatrice e Presidente del Consiglio regionale della Campania. Sandra Lonardo ha da poco votato la fiducia al Conte II.

Senatrice eletta con Forza Italia e poi passata al Gruppo Misto. Sandra Lonardo è un’imprenditrice ed è stata la capofila dei responsabili che hanno salvato, per il momento, il governo Conte II. Per 5 anni è stata Presidente del Consiglio regionale della Campania.

É la moglie di Clemente Mastella e con lui ha avuto due figli.

Chi è Sandra Lonardo

Alessandrina Lonardo, detta Sandra, è nata a Ceppaloni il 9 marzo 1953. Ha trascorso gran parte della sua infanzia nella città natale per poi trasferirsi a 12 anni ad Oyster Bay, sull’isola di Long Island nella contea di Nassau (Stati Uniti). Lì ha proseguito gli studi all’Oyster Bay High School e, una volta ritornata in Italia, ha ottenuto la maturità e si è laureata in Filosofia all’Istituto Universitario Orientale di Napoli.

Ha insegnato lingua inglese nelle scuole per qualche anno prima di entrare in politica, nel 2001, quando si candida per L’Ulivo alla Camera dei Deputati nel collegio uninominale di Capua, ma non viene eletta. Nel 2005, invece, viene eletta presidente del Consiglio regionale della Campania mantenendo l’incarico fino alle successive elezioni del 2010.

Leggi anche: Chi è Rachel Levine: la prima sottosegretaria USA transgender

Cinque anni dopo si ricandida alle regionali nella circoscrizione di Benevento ma è inserita nella lista degli impresentabili dalla Commissione Parlamentare Antimafia, a causa delle accuse dell’inchiesta del 2008 sulla sanità campana.

Prende 10.000 voti ma non è rieletta. Decide, in seguito, di aprire un laboratorio artigianale di dolci a Ceppaloni. Torna in politica nel 2018 quando si candida come capolista al Senato della Repubblica per Forza Italia e viene eletta nel collegio proporzionale Avellino-Benevento. Nel 2020 lascia Forza Italia per iscriversi al Gruppo Misto.

Intervenuta in Senato il 19 gennaio 2021, giorno della votazione della fiducia al Governo Conte II, ha detto: “Questo Paese richiede, da chi lo ama, non crisi di governo, ma slanci generosi e governabilità, è stremato sanguinante, spaesato. La ruota quadrata non gira più, la forbice tra ricchi e poveri si allarga, c’è paura del futuro. Il sistema avanza a fatica. La classe media balbetta nella insicurezza, il bisogno è più marcato. Mezzo milione di disoccupati in più. Per queste ragioni mi sento responsabile e darò il mio voto al governo europeista del presidente Conte“.

Leggi anche: Chi è Amanda Gorman, l’attivista e poetessa presente all’insediamento di Biden

Scritto da Evelyn Novello
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Signal e Telegram vs Whatsapp: quali sono le differenze

La rivincita delle bionde 3: quando esce il nuovo capitolo di E. Woods

Leggi anche
  • Crossdressing uomini eteroCrossdressing, perché uomini etero si sentono bene con abiti femminili

    L’abbigliamento è sempre più gender fluid e uomini etero che preferiscono vestirsi da donna ne sono l’esempio, sono i crossdresser.

  • Gender fluid chi sonoGenerazione Z, gender fluid e sognatrice: chi sono gli adolescenti oggi

    Sono impauriti dal futuro ma non si tirano indietro e cercano di cambiare il mondo: chi sono i ragazzi della Generazione Z?

  • mamme donne realizzateNon è vero che le donne si sentono realizzate solo con la maternità

    Le donne solo se mamme, secondo l’opinabile parere dell’europarlamentare Antonio Tajani, acquisirebbero la loro realizzazione.

  • astrazeneca donneAstrazeneca, Antonella Viola: “Non per le donne sotto i 60 anni, è rischioso”

    Il dibattito sulla differenza di genere rimane aperto anche in tema vaccini dopo il parere dell’immunologa Antonella Viola secondo cui Astrazeneca non andrebbe somministrato sulle donne al di sotto dei sessant’anni.

Contents.media