Chi paga la cena a San Valentino: dividere alla romana o offrire?

Un'indagine riguardante i paesi Europei ha svelato in quali stati si segue la tradizione di pagare la cena al proprio partner nella giornata di San Valentino.

San Valentino, la festa degli innamorati, viene festeggiato solitamente tra buon cibo, buon vino, cioccolatini e magari qualche fiore. In ogni caso, qualunque sia il pasto con il quale si decide di festeggiare questa ricorrenza, si arriva sempre alla stessa conclusione: chi paga? La questione viene trattata in modo diverso di paese in paese, in base alla cultura e alle usanze.

Chi paga la cena di San Valentino?

SumUp, società britannica fintech del settore point-of-sale mobile, ha analizzato più di 20000 transazioni (anonime) avvenute tra bar, ristoranti e luoghi di ristorazione in generale in data 14 Febbraio 2018 in 12 diversi paesi d’Europa per cercare una risposta alla domanda più gettonata di sempre riguardante San Valentino: chi paga la cena?

Da questa analisi sono emersi risultati che mostrano se e in quali paesi la tendenza è quella di offrire al partner o quella di dividere il conto.

Per scoprire quale delle due strade viene maggiormente intrapresa in ogni paese si è presa in considerazione l’eventuale presenza di due pagamenti di ugual importo in un tempo piuttosto ravvicinato.

I risultati hanno mostrato che in Italia, per esempio, solo il 3% delle coppie sceglie di dividere il conto a fine serata. Sembra quindi che la tendenza nel nostro paese sia quella di offrire la cena al proprio compagno/a.

I paesi in cui le coppie risultano più inclini a pagare anche per l’altro sono tuttavia Portogallo, Finlandia e Svezia, dove la percentuale dei conti divisi tocca solo l’1%.

Il paese che presenta la percentuale maggiore di conti divisi nella giornata di San Valentino è invece la Francia, dove il 24% delle transazioni analizzate confermano questo trend. Segue l’Olanda con il 14%.

La tradizione

La tradizione, nella maggioranza dei paesi, è quindi ancora quella di offrire la cena al proprio partener. Secondo la psicoterapeuta Nicoletta Massone, infatti, la cena è ancora vista come un vero e proprio regalo che spesso può far sentire il proprio compagno come protetto e amato.

Secondo il galateo ancora oggi in una coppia è bene che sia l’uomo a offrire la cena o, secondo alcuni, dovrebbe farlo chi dei due invita l’altro. In realtà negli ultimi anni, pagare il conto è diventato per la donna una normalità e talvolta anche un modo per affermare la propria emancipazione e indipendenza. Ciò che conta a San Valentino, alla fine dei conti, è la qualità del tempo che si decide di passare insieme e magari del cibo che si sceglie di gustare. A chi pagherà ci si penserà solo alla fine della serata.

LEGGI ANCHE: Libri da regalare a San Valentino: i più consigliati

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Chi è Mariya Nurislamova: tutto sulla giovane CEO di Scentbird

Reggiseno push up: i migliori modelli da provare

Leggi anche
  • Nel contesto di una campagna di marketing in grado di garantire risultati soddisfacenti, vale la pena di prendere in esame l’idea di utilizzare delle magliette promozionali.Perché conviene usare le t-shirt personalizzate per promuovere un’azienda

    Usare magliette personalizzate conviene sempre: ecco dove stamparle e perché è importante per un’azienda.

  • premio strega cos'èPremio Strega: cos’è, la sua storia e come funziona

    Da 75 anni si fa promotore della cultura italiana attraverso la premiazione di un libro italiano: tutto sul Premio Strega.

  • amazon prime reading come funzionaAmazon Prime Reading: cos’è e come funziona

    Conoscete già Amazon Prime Reading? Per gli amanti della lettura è una funzionalità da non perdere: ecco cos’è e come funziona.

  • royal family vita tateLa vita delle tate della Royal Family, tra regole e uniformi

    Uniforme marrone, parole vietate e un’istruzione privilegiata: l’identik delle royal nannies che si prendono cura dei bambini reali del Regno Unito.

Contents.media