Menù della Vigilia: una cena a base di pesce

| |

State pensando al menù della Vigilia di Natale, a cosa potreste proporre di nuovo che sia veloce e delizioso? Ecco alcuni spunti.

La sera della Viglia di Natale la tradizione vuole che il menù sia di magro, senza carne e leggero, ma ciò non toglie che si possano preparare molti piatti squisiti a base di pesce. Il pesce richiede tempo e non tutte lo abbiamo o desideriamo passare la giornata in cucina, preferendo magari dedicarci di più alla preparazione della tavola, che in questa occasione ci piace sia molto curata. Per un menù della Vigilia a base di pesce potete seguire alcuni consigli, che vi porteranno via poco tempo, ma vi faranno fare un’ottima figura con i vostri ospiti.
Menù della Vigilia
Il salmone affumicato non può mancare ad una cena della Vigilia, quindi compratene uno e servitelo come aperitivo con dei crostini di pane.

Per renderlo un po’ più originale accompagnatelo con una salsa fatta con del rafano fresco grattuggiato mescolato con della panna acida. Sempre usando il salmone preparate in anticipo dei crostini di pane sul quale mettete un po’ di uovo strapazzato e sopra il salmone. I finger food sono la moda del momento e per stupire i vostri ospiti preparate dei bicchierini con salsa rosa e gamberetti. Infine fate un patè con del tonno e maionese, sarà molto gradita specialmente dai bambini.

Primi piatti per il menù della Vigilia.

Pensando sempre a qualcosa di semplice e veloce, ma che sia appetitoso e nuovo, potete preparare della fregola sarda con le vongole. Lasciate a bagno le vongole per 2 ore in acqua salata in modo che perdano la sabbia e saltatele velocemente in una padella dove avrete messo dell’olio, del peperoncino e uno spicchio di aglio ( a chi piace).

Scolate le vongole, filtrate il liquido e rimettetelo in padella con la fregola. Per quattro persone ne servono circa 300 grammi. Fate cuocere la fregola secondo le indicazioni riportate, di solito ci vuole circa un quarto d’ora. Se c’è bisogno aggiungete un po’ di acqua, la fregola deve rimanere brodosa. Alla fine aggiungete le vongole, aggiustate il sale e cospargete di prezzemolo. C’è chi usa cucinarla con il pomodoro.

Spaghetti con calamari e polpa di olive.

I calamari potete farveli pulire e tagliare dal pescivendolo. In una padella cuocete i calamari, se sono freschi basta una mezz’ora, aggiungete dei pomodorini tagliati a metà e della pasta di olive nere. Condite gli spaghetti al dente.

Secondi piatti per il menù della Vigilia

Sempre pensando a piatti veloci prendete una bella orata lavata e curata della pelle dal pescivendolo.

Sulla leccarda del forno fate uno strato di patate tagliate a fette sottili e infornatela per 10 minuti, toglietela dal forno, adagiate sulle patate il pesce e rimettete in forno fino a che il pesce sarà cotto. Fate attenzione a non stracuocere il pesce, chiedete a chi ve la vende quanto tempo dovete tenerlo in forno, perché dipende dal peso. Poi servitela dalla parte delle patate.

Filetti di merluzzo

Semplicissimi e veloci. Prendete un filetto di merluzzo e cuocetelo in forno con un po’ di sale e olio. Fate una crema di porri, mettetela nel piatto calda, sopra appoggiate un pezzo di filetto di merluzzo e per dare croccantezza sopra sbriciolate un po’ di corn flakes.

Per il dolce non scostatevi dalla tradizione, servite panettone e pandoro magari accompagnati da una crema di mascarpone.

Mandorlato, torrone per accompagnare il resto della serata.

Scrivi un commento

1000

Come fare una corona per l'avvento

Tavola di Natale: come prepararla in stile shabby chic

Leggi anche
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.