I Maneskin: quanto guadagna la band d’oro

I Maneskin hanno sempre più successo: dalle strade di Roma ai palchi più importanti, la band guadagna cifre da capogiro

I Maneskin stanno letteralmente scalando ogni gradino verso il successo mondiale e, dobbiamo ammetterlo, ci stanno riuscendo alla grandissima. La band italiana nata a Roma, ha cominciato esibendosi per le strade della capitale sottoforma di veri e propri “artisti di strada”, per poi decidere di partecipare nel 2017 all’undicesima edizione di X Factor, classificandosi secondi sotto la guida del loro giudice, Manuel Agnelli.

Da lì in avanti, tutto è cambiato: i Maneskin hanno saputo conquistare il pubblico con estremo talento e grandissima professionalità. Adesso, infatti, possono considerarsi la band d’oro italiana del momento, nonché una delle più giovani. Damiano David, frontman della band, ha infatti 23 anni, Victoria De Angelis al basso, 22, Ethan Torchio alla batteria, 21 e Thomas Raggi alla chitarra, 21: una soddisfazione straordinaria!

Quanto guadagnano I Maneskin? La domanda che sta incuriosendo il pubblico

Parallelamente alla crescita professionale della band c’è stata, giustamente, una crescita anche a livello economico. Grazie ai numerosi successi che I Maneskin stanno ottenendo sia in Italia, ma anche e soprattutto all’estero (dove sono amatissimi e dove stanno letteralmente vivendo il sogno americano), i loro incassi sono notevolmente cresciuti.

Basti pensare alla vittoria di Sanremo 2021 con il brano Zitti e Buoni e il successivo trionfo all’Eurovision song contest e anche alle successive e importanti collaborazioni che li hanno visti a fianco dei Rolling Stones e di Iggy Pop: tutte esperienze che hanno consentito loro di guadagnare cifre veramente da capogiro!

Ma veniamo al dunque.

Nel 2021 il fatturato della band ha raggiunto i 2 milioni di euro con la società di produzione Maneskin Empire. Si tratta di un grosso aumento rispetto ai due anni precedenti: il 2019 infatti ha contato un fatturato pari a 577 mila euro ed è crollato nel 2020, con un fatturato pari a 20 mila euro. Complice di questo, ovviamente, è stato il Covid19 che per il mondo dello spettacolo ha significato rinunce e limitazioni nelle esibizioni. Ad ogni modo, però, possono ritenersi estremamente soddisfatti.

Attualmente, considerando l’utile di circa 210 mila euro, la rock band italiana potrebbe avere un saldo sul conto corrente pari a 3,5 milioni di euro.

Numeri altissimi, da fare girare la testa, ma assolutamente meritati. Anzi, potrebbero anche aumentare di molto durante il 2022, considerando la capitalizzazione in bilancio di una fetta dei ricavi derivati dai diritti delle loro canzoni, dal merchandising e altri elementi strettamente connessi a tutte le loro esibizioni.

A curare i contratti della band c’è il manager discografico Fabrizio Ferraguzzo, ex Sony, mentre il papà di Victoria De Angelis, Alessandro De Angelis si occupa delle divisioni dei membri della band, è titolare del dominio “maneskin.it” e ha le chiavi della Maneskin Empire, la società del gruppo (equamente divisa al 25% tra i quattro).

Alcuni dati del successo de I Maneskin

Il gruppo che fino a qualche anno fa si esibiva per le strade di Roma, vanta ora una stima di 4 miliardi di streaming su tutte le piattaforme digitali, 6 dischi di diamante, 133 di platino, 34 dischi d’oro e 40 milioni di copie vendute.

Un successo incredibile che fa sognare a occhi aperti.

Scritto da Marta Mancosu
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Dune 2 si farà: le prime notizie sul sequel

Rhove: audio, testo e significato del tormenonte Shakerando

Leggi anche
Contents.media