Notizie.it logo

Arisa, la mamma indagata per truffa all’INPS: i dettagli

arisa

La mamma di Arisa sarebbe indagata per truffa ai danni dell'INPS: percespisce una pensione di invalidità senza essere tale

Nell’ultima puntata di Mattino 5, Federica Panicucci e Francesco Vecchi hanno dedicato ampio spazio al tema dei falsi invalidi. Nel servizio mandato in onda, con grande stupore di tutti, c’è anche la signora Assunta Santarsiero, ovvero la madre di Arisa. La donna è una dei tanti soggetti sui quali la Procura di Potenza sta indagando nel corso dell’operazione denominata “Il canto delle sirene”.

La mamma di Arisa indagata

Nell’ultimo appuntamento con Mattino 5, Federica Panicucci e Francesco Vecchi hanno mostrato un servizio sui falsi invalidi che ha lanciato una bomba notevole. Tra alcuni indagati da parte della Procura di Potenza c’è anche la mamma di Arisa, la signora Assunta Santarsiero. Nel filmato mandato in onda si vede il genitore della cantante che passeggia nel suo giardino senza carrozzina.

L’inviata fa subito notare che la donna percepisce da parte dell’INPS una pensione di invalidità di circa 800 euro al mese proprio per problemi di deambulazione. Non solo, i compaesani della madre di Arisa hanno confermato all’inviata della Panicucci che loro non hanno mai visto la signora Assunta in carrozzina. Come reagirà Rosalba Pippa a questa notizia? Per il momento la cantante non si è espressa in merito, ma sarà di certo a conoscenza di quanto sta avvenendo nella sua cara Pignola. Arisa, considerando che è sempre disponibile al dialogo, non si tirerà indietro e fornirà la sua versione dei fatti. La signora Assunta, nel frattempo, ha rilasciato una breve dichiarazione a FanPage: “Non sto bene, Io sto combattendo contro la ‘Bestia’.

La sedia a rotelle? La uso un po’ sì e un po’ no. La prendo sempre quando esco di casa”. La signora Santarsiero, in effetti, sta combattendo contro un cancro, ma secondo gli inquirenti questa malattia non le crea alcun problema di deambulazione, tanto che lei si dedica ogni giorno al giardinaggio senza alcun tipo di impedimento.

La truffa ai danni dell’INPS

La mamma di Arisa è una dei tanti indagati nella maxi operazione della Procura di Potenza contro i falsi invalidi. Assunta, 62 anni, stando a quanto sostengono le forze dell’ordine, sarebbe riuscita a farsi riconoscere l’invalidità grazie all’aiuto di un avvocato e di un intermediario. Per il momento, in questa operazione denominata “Il canto delle sirene” sono state arrestate 6 persone, mentre gli indagati sono 40.

La signora Santarsiero avrebbe percepito ingiustamente dall’INPS circa 24 mila euro. Dal 2017 ad oggi, infatti, la mamma di Rosalba Pippa ha ricevuto una pensione di invalidità di 805 euro al mese. Pare, inoltre, che Assunta sia stata intercettata mentre parla di soldi con un medico e con un altro soggetto che pare essere l’intermediario. Per il momento è tutto al vaglio della Procura di Potenza che racconta così questa organizzazione ‘criminale’: “Ogni appartenente all’associazione si è occupato di un preciso segmento della condotta criminale volta all’indebita erogazione da parte dell’Inps della pensione di invalidità e dell’indennità di accompagnamento. Alcuni degli indagati si occupavano di reclutare persone anziane intenzionate ad avviare l’iter per il riconoscimento della pensione nonostante mancassero i necessari presupposti, altri provvedevano a creare la falsa documentazione sanitaria e altri ancora a seguire i contenzioni con l’Inps fornendo anche assistenza legale nel caso di diniego della domanda”.


© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Fabrizia Volponi
Fabrizia Volponi nata ad Ascoli Piceno nel 1985. Laureata in "Scienze Storiche" e in "Scienze Religiose", sono da sempre appassionata di lettura e di scrittura. Divoro libri e li recensisco sul mio Blog Libri: medicina per il cuore e per la mente. Lasciatemi in una libreria, possibilmente piccolina e vintage, e sono la donna più contenta del mondo.
Leggi anche
  • migliori illuminanti SephoraZolfo trattamento dell’acneLo zolfo è stato utilizzato come un trattamento di acne. Tuttavia, da allora è stato sostituito da altri trattamenti come ...