Lele dei Negramaro operato d’urgenza: è grave

Lele dei Negramaro, chitarrista e fondatore della band, è in pericolo di vita: è stato sottoposto a una delicata operazione al cervello

Lele dei Negramaro, chitarrista della band, è stato ricoverato d’urgenza questa mattina all’ospedale di Lecce a seguito di un’improvvisa caduta in piscina. Il malore che lo ha colto è stato collegato a una grave emorragia cerebrale che ha reso necessaria un’operazione chirurgica.

Le sue condizioni rimangono gravissime.

Emanuele Spedicato in pericolo di vita

Emanuele Spedicato, conosciuto dai più semplicemente come “Lele dei Negramaro”, è stato ritrovato riverso a terra da sua moglie Clio Evans stamattina. Il chitarrista ha battuto violentemente la testa a bordo piscina ed era privo di sensi quando sua moglie, attualmente incinta di diversi mesi, ha chiamato il 118.

Portato d’urgenza all’ospedale di Lecce Vito Fazzi, il giovane è stato operato chirurgicamente d’urgenza perché si trovava in pericolo di vita.

Le fonti ufficiali riportano una “devastante emorragia cerebrale”, ma non è ancora possibile sapere se l’emorragia in questione è stata causa del malore e quindi della caduta, oppure è la conseguenza del violento urto della testa del giovane contro il bordo piscina.

Non ci sono ancora notizie in merito all’esito dell’operazione, e non sono state ancora diramate informazioni ufficiali sullo state di salute di Lele.

I fan e i colleghi si riuniscono a Lecce

Da quando è stata diramata la notizia, nelle prime ore della giornata di oggi, molti fan dei Negramaro si sono mobilitati per raggiungere l’ospedale Fazzi e stringersi in questo modo intorno ai parenti e agli amici di Lele.

Anche i compagni della band, naturalmente, sono presenti: Giuliano Sangiorgi ha preso il primo volo da Roma proprio per essere vicino a Clio e ai genitori di Lele in un momento così difficile.

Lele dei Negramaro presto papà

Nemmeno due mesi fa sul profilo ufficiale della band era stata data la notizia che Lele e Clio, sposati da circa un anno, aspettano un bambino. Per l’occasione il chitarrista aveva deciso di posare per una foto molto divertente: seduto su un divano, teneva in braccio una chitarra elettrica e le porgeva un biberon, come se si trattasse di un bambino.

“Quando i pianeti si allineano” aveva scritto Lele, riferendosi al fatto che anche Giuliano e la sua Ilaria non molto tempo prima avevano dato la notizia che presto la famiglia si sarebbe allargata. Oggi la felicità di qualche settimana fa sembra essere messa seriamente in pericolo, ma non è ancora il momento di pensare al peggio.

La carriera di Emanuele Spedicato

Emanuele rientra assieme a Giuliano e ad Ermanno tra i membri fondatori della band, nata nel 2000 a Copertino. Gabriele, così come gli altri componenti del gruppo non ha mai lasciato la formazione: soltanto nel 2017 la band ha conosciuto un periodo di crisi che fu tenuto nascosto ai fan e che aveva portato all’effettivo scioglimento della band.

Fortunatamente nel giro di una manciata di mesi le incomprensioni furono messe da parte e su iniziativa di Giuliano Sangiorgi il gruppo rincontrarsi e collaborare, fino all’annuncio dell’uscita del settimo album di inediti: Amore Che Torni, di prossima uscita.

Scritto da Olga Luce
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Dieta per dimagrimento veloce: programma e prodotti

Caterina Balivo mostra i suoi piedi e il web si scatena

Leggi anche
  • attiviste-donne-da-seguireGiovani attiviste donne da seguire sui social

    4 imperdibili profili da seguire per accogliere e rimanere aggiornati sulle campagne di giovani attiviste che hanno a cuore il tema green!

  • razzismo europeiRazzismo e LGBTQ+ agli Europei: da #takingtheknee alla fascia di Neuer

    Razzismo, comunità LGBTQ+ e discriminazioni agli Europei: numerosi episodi hanno suscitato le polemiche dell’opinione pubblica.

  • vaticano contro ddl zanVaticano contro il ddl Zan: la Santa Sede rompe il silenzio

    Il progetto di legge contro l’omotransfobia non è conforme con il Concordato tra Italia e Santa Sede, questo è quanto dichiara la Santa Sede in una nota all’ambasciata italiana

  • pandemia bambine mutilazioni genitaliPandemia e mutilazioni genitali: aumentano i casi sulle bambine

    Nei Paesi del Terzo mondo i casi di mutilazioni genitali alle bambine sono sensibilmente aumentati con la pandemia di Coronavirus.

Contents.media