Fabrizio Frizzi morto: addii social dei fan e colleghi

Morto Fabrizio Frizzi. I fan e i colleghi della tv lo ricordano sui social.

Nella notte di lunedì 26 marzo se ne è andato Fabrizio Frizzi. Il conduttore, uno dei volti più amati della tv italiana, lascia un enorme vuoto non soltanto nella tv ma soprattutto nella vita di coloro che lo amavano. Tra i colleghi del mondo dello spettacolo molti amici, che lo ricordano con queste parole.

Il ricordo dei colleghi

Tra i primi a postare sui social un messaggio d’addio c’è Antonella Clerici. “Grazie amico mio per tutto”, scrive Antonella nel condividere la foto di un abbraccio. Lei e Frizzi erano legati da una profonda amicizia che durava da molti anni. Insieme all’amico Carlo Conti, avrebbero dovute condurre la nuova edizione de I Migliori Anni.

fabrizio frizzi

Al suo dolore si è unito anche Max Giusti. “Voglio ricordarti col sorriso che avevi sempre anche se oggi, sono morto un po’ anche io! Ti voglio bene, Fabrizio”, lo ha ricordato.

“Grazie per quello che hai sempre comunicato con il tuo modo di fare, rispetto, serietà e umanità ( rare ai giorni nostri). Ciao ragazzo, ci mancherai”, si unisce al cordoglio anche Eros Ramazzotti.

Cristina Parodi lo saluta con queste parole: “La tv perde uno dei suoi uomini migliori. Non solo un grande professionista ma una persona per bene. Coraggiosa e gentile. Mancherai tantissimo”. Le fa eco anche Mara Venier, storica amica del conduttore.

fabrizio frizzi

“Stamani, leggendo tutti i ricordi dove lo definiscono come una Brava Persona sento davvero che non sono parole di circostanza, era assolutamente così”, lo ricorda il comico toscano Leonardo Pieraccioni.

Baudo: “Fabrizio non mi ha mai deluso”

Pippo Baudo, raggiunto telefonicamente da RTL 102.5, ha commentato la notizia della morte dicendo: “Con Fabrizio si scacciava la tristezza, gli piaceva stare insieme agli altri, sempre allegramente quasi come se presagisse che un giorno avrebbe dovuto soffrire tanto”.

“Mi auguro che nel Paradiso degli artisti ci sia un posto speciale per lui – ha continuato Baudo – e che gli angeli lo abbraccino per tutto il bene che ha fatto. Non mi ha mai deluso. Aveva questa sua capacità: di essere assolutamente lo stesso, sempre, in ogni occasione”.

Cordoglio social dei fan

Sono milioni i telespettatori che ogni sera accendevano la tv per seguire Fabrizio Frizzi a L’Eredità. La sua morte ha portato un vero e proprio scossone nella vita di tutti coloro che, ogni sera, gli aprivano la porta di casa per lasciarlo entrare con la propria allegria. Un fare garbato, sempre gentile ed educato, mai inopportuno e sopra le righe. Un eterno ragazzo, il Peter Pan della televisione.

“La sua risata sarà un ricordo che porterò sempre con me”. “Sei stato una persona umile fino alla fine dei tuoi giorni ci hai accompagnato per tanti anni con i tuoi programmi sempre con il tuo sorriso!”. “Garbato come sempre …te ne vai in punta di piedi. Ciao Fabrizio”. Questi alcuni messaggi che i fan gli dedicano sui social.

Parole di affetto che sono rivolte anche alla figlia Stella, di soli 5 anni. “Crescerai con il ricordo del grande uomo che era il tuo papà”.

Scritto da Alice Sacchi
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Fabrizio Frizzi è morto: fatale un’emorragia cerebrale

Fabrizio Frizzi morto: il dolore di Rita Dalla Chiesa

Leggi anche
  • pubblicità assorbenti nuvenia sangueLa pubblicità di assorbenti Nuvenia mostra il sangue mestruale: è polemica

    Nuvenia rompe il web con il suo nuovo spot con assorbenti sporchi di sangue. Il lavoro dell’azienda e del social media manager sta creando una nuova normalità, oltre i tabù.

  • cosa succede nella mente delle vittime di violenzaCosa succede alla mente di una vittima di violenza

    Per dare valore alle emozioni provate da una vittima di violenza è necessario riconoscere l’impatto mentale sulla mente della persona, che si trova sopraffatta.

  • giornata contro la violenza sulle donne perché è il 25 novembreGiornata contro la violenza sulle donne: ecco perché è il 25 novembre

    IL 25 novembre si celebra la giornata contro la violenza sulle donne: ecco la storia e l’origine.

  • 
    Loading...
  • differenza tra molestia e violenza sessualeDifferenza tra molestia e violenza sessuale: conoscere per difendersi

    Le molestie o violenze sessuali creano un carico emotivo difficile nella vittima che spesso non sa come uscire dalla situazione. Alcuni spunti su come agisce la legge.

Contents.media