Dieta delle 72 ore per dimagrire velocemente e sbloccare il metabolismo

Con la dieta delle 72 ore è possibile sbloccare il metabolismo e arrivare a perdere fino a 2 kg in 3 giorni.

L’estate si sta avvicinando ed è quindi arrivato il momento di perdere quei chili di troppo per arrivare pronti alla prova bikini. Se quei fastidiosi chiletti in più che ammorbidiscono il giro vita sembrano non voler andar via, vi consigliamo una dieta breve ma intensa, che vi consentirà di perdere fino a 2 chili in qualche giorno.

Si tratta della dieta delle 72 ore: il menù da seguire.

Dieta delle 72 ore: come perdere peso velocemente

Chissà quante volte avrete provato diete che si preannunciavano miracolose, ma che poi non hanno dato alcun riscontro sulla bilancia. Se volete perdere peso dovrete adottare una dieta a basso tasso calorico, con pochi carboidrati e molte proteine.

Solo in questo modo potrete riattivare il vostro metabolismo e non temere più la bilancia.

La dieta delle 72 ore è un regime alimentare che permette la perdita fino a 2 chili in 3 giorni. Il menù giornaliero prevede che non vengano superate le 1200 calorie al giorno. Si tratta infatti di un regime abbastanza drastico che, in pochissimo tempo, permette di sgonfiarsi e soprattutto di dare una scossa al metabolismo.

Il suo schema prevede innanzitutto un regime alimentare low carb, caratterizzato quindi da una prevalenza di proteine piuttosto che carboidrati.

Dieta delle 72 ore

Per coloro che vorranno provare la dieta delle 72 ore per eliminare quei chili in eccesso in poco tempo, è fondamentale rispettare alcune semplici regole:

  • non si devono oltrepassare le 1200 calorie giornaliere;
  • i cibi devo essere esclusivamente proteici;
  • bere almeno 1,5-2 litri di acqua al giorno tenendo sotto controllo i reni.

  • secondo gli esperti può essere ripetuta, però minimo ogni tre mesi.

Ricordate sempre che l’idratazione è molto importante: non fatevi mai mancare tanta acqua naturale, che vi aiuterà ad eliminare i liquidi in eccesso e combattere la ritenzione idrica. Ecco il menù da seguire.

Primo giorno

Colazione: una tazza di latte parzialmente scremato, un caffè con un cucchiaino di zucchero.
Spuntino: una tisana drenante.
Pranzo: una scatoletta di tonno sott’olio sgocciolato con una insalata di pomodorini, fagiolini o iceberg.
Merenda: un quadratino di cioccolato fondente.
Cena: petto di pollo con insalata oppure carpaccio di salmone affumicato con insalata.

Secondo giorno

Colazione: un vasetto di yogurt magro o greco (che ha un apporto proteico superiore a quello normale), un caffè con un cucchiaino di zucchero.
Spuntino: 2 kiwi oppure una manciata di frutta secca.
Pranzo: una mozzarella con una insalata di pomodori condita con un filo di olio evo
Merenda: una pera
Cena: 140 grammi di fesa di tacchino con spinaci lessi conditi con succo di limone oppure 140 grammi di pesce e spinaci al vapore.

Terzo giorno

Colazione: una tazza di latte parzialmente scremato, un caffè con un cucchiaino di zucchero
Spuntino: una centrifuga o un frullato di frutta
Pranzo: 140 grammi di pesce azzurro con zucchine lesse o insalata
Merenda: uno yogurt magro
Cena: 140 grammi di pollo ai ferri con carote al vapore oppure un uovo sodo con una mozzarella da 100/125 grammi.

Prima di iniziare la dieta bisogna consultare il proprio medico di fiducia. Ricordiamo che la dieta non può durare più di tre giorni e può essere ripetuta minimo dopo tre mesi.

Tag
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

La dieta del Dottor Nowzaradan: benefici e controindicazioni

LR Wonder Company: tutto sulla linea al veleno d’ape

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.