Notizie.it logo

Coma_Cose: chi sono il duo milanese

coma_cose

I Coma_Cose stanno facendo parlare molto di loro e della musica particolare che propongono ai loro fan.

I Coma_Cose è il duo milanese formato da Fausto Lama e da California Dj. Ultimamente si fa un gran parlare di loro, soprattutto per la musica molto particolare che propongono ai tantissimi fan. I due, arrivati a Milano quasi per caso, si sono incontrati e hanno deciso di diventare una coppia, non solo da un punto di vista professionale ma anche sentimentale.

Chi sono i Coma_Cose?

Dietro al nome Coma_Cose si nascondono Fausto Lama, nome d’arte di Francesco Zanardelli, e California Dj, pseudonimo di Francesca Mesiano. I due hanno iniziato a pubblicare i primi brani nel 2017, ma già prima del loro incontro erano entrambi completamente immersi nel mondo della musica. Fausto è noto anche con il nome di Edipo e ha pubblicato diversi album da solista, l’ultimo dei quali con la nota casa discografica Universal Music.

Francesca invece ha suonato in tantissimi locali ed è molto popolare tra i suoi colleghi. Nel 2016, quando entrambi facevano i commessi in un negozio di borse, si sono incontrati e hanno deciso di iniziare a suonare insieme. A febbraio 2017 hanno pubblicato il loro primo singolo su Youtube, Cannibalismo, seguito da Golgota, Deserto e Jugoslavia. Ad ottobre dello stesso anno è uscito il loro primo EP e a marzo del 2019 hanno pubblicato il loro primo album Hype Aura. I Coma_Cose sono poi partiti per un lungo tour nazionale e hanno partecipato per la prima volta anche al Concerto del Primo Maggio a Roma. Insomma, in soli tre anni, Fausto e Francesca sono diventati una coppia solida, non solo da un punto di vista professionale, ma anche sentimentale.

Lama e California Dj infatti, convivono a Milano e sono follemente innamorati l’uno dell’altra. Come è stato scelto il nome del duo? Coma perché cercavano una parola che rappresentasse uno stato mentale, un qualcosa che rappresenta appieno la società nella quale siamo immersi. Secondo Fausto e Francesca noi oggi viviamo “in uno stato comatoso”, in cui non facciamo altro che dormire e vivere. Cose, invece, lo hanno aggiunto soltanto perché suonava bene. Il nome che si sono dati vuole essere una vera e propria provocazione e sperano che possa riuscire a risvegliare le coscienze.

La musica dei Coma_Cose

La musica dei Coma_Cose è molto particolare perché trova ispirazione non solo nella città di Milano, ma anche nel mondo dell’arte e della letteratura. In una recente intervista hanno ammesso di essere grandi fan della Beat Generation ed è proprio a questo movimento che cercano di rifarsi.

I Coma_Cose hanno dichiarato: “Sono passati più di 60 anni dalla ruggente epoca della Beat Generation ma la loro rivoluzione culturale sopravvive. Per noi la necessità impulsiva del fare musica rimane un concetto di libertà che ritroviamo nelle loro pagine, citando Jack Kerouac: ‘Non usare il telefono, La gente non è mai pronta a rispondere, usa la poesia’”. Un altro loro punto di riferimento molto interessante è il pittore metafisico Giorgio De Chirico. Come mai questa scelta? Perché il pittore e scrittore “ha sempre rappresentato paesaggi surreali, ricchi di chiaroscuri, fermi nel tempo”. I Coma_Cose credono che all’interno dell’arte di De Chirico convivono epoche diverse, come avviene anche nelle loro canzoni, in cui spesso si alternano citazioni di cantautori italiani classici e tradizionali al loro genere musicale molto più contemporaneo.

Questo, ad esempio, è quello che avviene nel brano Anima lattina, la canzone che riporta Anima latina dell’indimenticabile Lucio Battisti, o in Deserto in cui ricordano la Milano di Enzo Jannacci.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Fabrizia Volponi
Fabrizia Volponi nata ad Ascoli Piceno nel 1985. Laureata in "Scienze Storiche" e in "Scienze Religiose", sono da sempre appassionata di lettura e di scrittura. Divoro libri e li recensisco sul mio Blog Libri: medicina per il cuore e per la mente. Lasciatemi in una libreria, possibilmente piccolina e vintage, e sono la donna più contenta del mondo.
Leggi anche