Capitani, la nuova serie tv di Netflix: la trama e perché piace al pubblico

Spagna, Francia, Turchia e Germania: la lista dei Paesi delle serie tv che in questi anni hanno riscosso un gran successo si amplia con Lussemburgo.

Arriva direttamente da Lussemburgo la serie tv del momento lanciata da Netflix. Si tratta di “Capitani”, un poliziesco composto da 12 episodi che promette di tenere gli spettatori letteralmente incollati allo schermo. Non si tratta comunque, della prima serie tv straniera a riscuotere un grande successo fuori dal Paese natale.

Di cosa parla il nuovo prodotto audiovisivo sfornato dalla piattaforma di streaming nero-rossa? E perché poi, come altre serie prima di questa, sembra piacere così tanto al pubblico? Scopriamolo insieme.

Capitani: la nuova serie tv di Netflix

È successo prima con il grande successo de “La casa di carta“, e con “Dark”, direttamente dalla Germania. Poi con la serie tv “Sky Rojo”, che ha rilanciato una vecchia conoscenza di “Paso Adelante”, e recentemente con la serie tv di stampo francese “Lupin”, anche questa disponibile su Netflix.

Ma non solo, anche sulle reti tv nostrane, è avvenuta la stessa cosa con “Daydreamer – Le ali del sogno”. Insomma, sembra ormai dilagare il fenomeno che vede il pubblico interessato non solo ai prodotti anglo-americani, ma anche a quelli provenienti da altri Paesi, quasi come se fossero una finestra sul mondo.

Ma in fondo non è proprio questo il ruolo della televisione e, per una questione di evoluzione dei mezzi, anche dei nuovi media? Ecco che con “Capitani”, la serie tv che arriva direttamente da Lussemburgo, questa particolare tendenza torna a ripetersi.

Ma di cosa parla questa nuova serie?

capitani serie tv netflix

La trama di “Capitani”

“Capitani” è una serie tv di genere poliziesco, composta da 12 episodi della durata di circa 30 minuti. La trama vede come protagonista Luc Capitani interpretato dall’attore Luc Schiltz. Il nome del protagonista, come è facilmente intuibile, è anche quello che da il titolo alla serie. Luc Capitani quindi, è un detective della parte sud di Lussemburgo chiamato ad indagare sull’omicidio di una ragazza, la quindicenne Jenny, il cui corpo viene rinvenuto in un bosco a nord del paese. Il mistero si infittisce quando tra i vestiti della vittima vengono trovate alcune pasticche. Sembra poi diventare sempre più complesso quando si scopre che anche la sorella della ragazzina, Tanja, risulta scomparsa.

Come accade nei polizieschi più intriganti, il protagonista caratterizzato come burbero e schivo, nel corso della storia si troverà a doversi confrontare con i demoni che lo attanagliano. Ovviamente non sarà solo, ma ad affiancarlo in questa indagine ci saranno gli agenti locali Elsa Ley e Joe Mores. I due lo aiuteranno ad interrogare gli abitanti del posto, che se in un primo momento sembrerà un luogo tranquillo, non ci metterà molto a svelare i propri scheletri.

Scritto da Arianna Giago
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Cosa guardare su Amazon Prime Video a febbraio 2021

Quali sono i migliori cosmetici bio: consigli e caratteristiche

Leggi anche
  • Come Scarlett Johansson ha riscattato Black WidowCome Scarlett Johansson ha riscattato Black Widow

    Nel corso degli anni Scarlett Johansson ha stravolto e rivoluzionato il personaggio di Black Widow donandogli una personalità e uno scopo di vita.

  • YouTube shorts cos'èCos’è YouTube Shorts: una nuova funzione in arrivo anche in Italia

    Dopo TikTok ed Instagram anche YouTube sperimenta i video brevi, dando la possibilità di crearli con lo smartphone direttamente sulla piattaforma.

  • serie tv femminiliLe serie tv con protagoniste femminili da vedere assolutamente

    Le più belle e indimenticabili serie tv con personaggi forti femminili: da “The Crown” a “Pretty Little Liars”.

  • raffaella carrà a far l'amore comincia tu testo significatoRaffaella Carrà: testo e significato della canzone “A far l’amore comincia tu”

    A far l’amore comincia tu, una delle canzoni più famose di Raffaella Carrà: il testo e il significato.

Contents.media