Bacio: i migliori dipinti che lo raffigurano nell’arte

Il bacio è la più bella espressione dell’amore, da sempre raffigurata dagli artisti di ogni epoca. Ecco una carrellata dei baci più belli.

Il bacio è la più bella espressione dell’amore, da sempre raffigurata dagli artisti di ogni epoca e in tutti gli stili. Ecco una carrellata dei baci più belli .

Giotto

Come diceva Cirano di Bergerac il “bacio” è l’apostrofo rosa tra le parole “t’amo”.

Da sempre il bacio è stato soggetto ispirante per molti pittori , il tema con cui l’arte ha potuto esprimersi e rappresentare la passione e l’estasi tra innamorati. Sono veramente molti i baci nella storia dell’arte. Attraverso la pittura e la scultura si racconta l ‘ amore , attraverso migliaia di sfumature, dai quadri del rinascimento a quelli più moderni seguendo l ‘ evoluzione del rapporto di coppia nel tempo. Mitologico o surreale, che sia passionale o timido e appena accennato l ‘ amore ispira gli artisti del mondo da sempre come dimostrano questa serie di opere di cui parleremo.

Il bacio più antico della storia dell’arte cristiana può essere rappresentato da un quadro di Giotto da Padova si tratta di una scena inserita nel prezioso ciclo di storie della Madonna e di Gesù, dipinte nella Cappella degli Scrovegni di Padova, opera realizzata tra il 1304 e il 1306. Nell’affresco si vede “L’incontro di Anna e Gioacchino alla Porta d’Oro” ovvero i genitori di Maria, i protagonisti delle storia non avevano figli dopo ben 20 anni di matrimonio ma un giorno apparve l’angelo del Signore per annunciare che la sposa avrebbe messo al mondo una bambina, Maria, la futura madre di Gesù.

L’affresco di Giotto rappresenta il momento in cui Anna, in attesa di Maria, saluta il ritorno del marito, su un ponte, e gli sposi si ricongiungono salutandosi con un delicato e tenerissimo bacio sulle labbra.

Francesco Hayez

Il bacio” dipinto da Francesco Hayez è stato realizzato nel 1859 e conservato a Milano nella Pinacoteca di Brera ed è indubbiamente il bacio più famoso di tutti. Questo meraviglioso quadro è stato il simbolo dell’Ottocento e racchiude tutte le caratteristiche del romanticismo italiano. Viene considerato il manifesto dell’ arte romantica in assoluto, si tratta di un olio su tela realizzato in ben quattro versioni che differiscono tra loro per piccoli dettagli come i colori delle vesti , l’ opera rappresenta due innamorati che si baciano con passione. Hayez, è un artista veneziano che ha origini francesi, questa tela iconica nasconde nel romanticismo parecchie tracce degli ideali risorgimentali.

Gustave Klimt

Un altro bacio altrettanto famoso è “Il bacio” di Gustav Klimt realizzato nel 1907 e conservato a Vienna nella Osterreichische Galerie. Questa opera è in pieno stile liberty , dipinta su tela con mosaici in color oro sullo sfondo. L’ opera rappresenta l ‘ estasi che l’ amore provoca , uomo e donna sembrano fusi in un unico corpo che diventa un tutt’ uno con l ‘ universo. Quasi certamente si dice che il protagonista maschile sia lo stesso Klimt, mentre quello femminile resta non certo.

Le possibilità più accreditate sono state che fosse la compagna Emilie Flöge, Red Hilda,forse la modella preferita dall’artista, ovvero una giovane sconosciuta. Der kuss, è un opera iconica, conosciuta ovunque nel mondo , ed è la rappresentazione principe del del periodo aureo di Klimt e del movimento secessionista viennese quindi dell’art Nouveau austriaca. Un’opera d’arte universale che ha ispirato moli complementi d’arredo e prodotti per la casa, come cuscini, federe e stampe.

Reneé Magritte

“Gli amanti ” di Magritte sono un opera realizzata nel 1928 con la tecnica di olio su tela. Ne esistono due copie, una è conservato presso la National Gallery of Australia e l’altra al MOMA di New York. Questo quadro raffigura due amanti che si baciano con passione, il dettaglio vede la testa e le facce coperte da un panno bianco. Questo particolare richiama alla passione del amore fisico che non ha necessità di parlare, ma anche alla difficoltà di una sana comunicazione all’ interno della coppia.

Questo quadro ha in qualche modo anche un rimando grottesco ad un tragico evento, la morte della madre dell’ autore che venne trovata suicida con un panno sul volto. Le interpretazioni sull’ opera sono e saranno molteplici , nascondendo i volti, il pittore vuole dimostrare che la moltitudine di significati che possono nascete attraverso i vari punti di vista. Amore negato oppure mutilato? O riferimento alla madre suicida ? L’artista lascia chiaramente volutamente il dubbio.

Mac Chagall

Over the town” opera di Marc Chagall è un dipinto del 1918 è conservato nella Tretyakov Gallery di Mosca in Russia. Si tratta di un dipinto simbolista che rappresenta due amanti che leggiadri si librano sul loro vecchio mondo. I due innamorati volando dalla loro città natale si dirigono verso una nuova vita insieme. L’autore, Chagall usa in questa rappresentazione tutta la gamma di colori disponibili e racconta una simbologia complessa attraverso immagini dolenti e crude di una realtà ormai perdura e nuovamente ritrovata solamente nella dimensione del ricordo o del sogno.

Scritto da Daniela Bulgheroni
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Rimedi naturali al mal di gola stagionale

Perché Katherine Heigl è l’attrice più odiata

Leggi anche
  • kasia lenhardt morta indagato boatengKasia Lenhardt trovata morta in casa: indagato Boateng per violenza

    Jerome Boateng è indagato per violenza fisica sull’ex fidanzata e modella Kasia Lenhardt, trovata morta suicida lo scorso 9 febbraio.

  • francia assorbenti gratisFrancia, assorbenti gratis da settembre per tutte le studentesse

    Con l’avvio del nuovo anno scolastico, migliaia di studentesse francesi troveranno assorbenti gratis nelle università e residenze studentesche.

  • donne dirigenti nel mondoDonne dirigenti nel mondo: nel 2021 in aumento ma non in Italia

    I risultati emersi dalla ricerca “Women in business 2021” parlano chiaro: le donne dirigenti sono in aumento ma rimangono ancora troppo poche.

  • Eldina Jaganjac chi èChi è Eldina Jaganjac, la ragazza che ha sfidato i canoni di bellezza

    La trentunenne danese Eldina Jaganjac dal marzo 2020 ha smesso di depilarsi e invita tutte le donne a liberarsi dalle costrizioni sociali.

Contents.media