Chi è Alessandra Galloni, la prima donna alla guida della Reuters

In 170 anni di storia a guida maschile, l'agenzia di stampa Reuters avrà da fine aprile una direttrice: Alessandra Galloni.

La prestigiosa agenzia di stampa britannica Reuters ha da poco cambiato guida e, per la prima volta in 170 anni, è una donna, ed è italiana. Si tratta di Alessandra Galloni, 47enne romana, corrispondente estero al Wall Street Journal e già caporedattore esteri della Reuters.

Chi è Alessandra Galloni

Nei suoi 170 anni di storia l’agenzia di stampa Reuters che conta oggi più di 2400 giornalisti e 600 fotoreporter in circa 200 località del mondo non era mai stata a guida femminile. Ma le donne si fanno sempre più valere professionalmente e, tra i primati che stanno conquistando, c’è anche questo. Stephen J. Adler, al timone di Reuters dal 2011, andrà in pensione a fine aprile e, dopo una lunga lista di direttori, la nuova direttrice sarà Alessandra Galloni, giornalista italiana che ricopriva già il ruolo di caporedattore esteri nell’agenzia.

Galloni parla 4 lingue e vanta un curriculum giornalistico di tutto rispetto. Nata a Roma 47 anni fa, si è laureata ad Harvard nel 1995 per poi seguire un master alla London School Of Economics. Ha debuttato come giornalista all’agenzia Associated Press e alla stessa Reuters. Ha lavorato per 13 anni complessivi al Wall Street Journal prima come redattrice e poi come corrispondente di economia e politica da New York, Londra, Parigi e Roma, salendo professionalmente di grado.

Da Reuters Galloni torna nel 2013 ricoprendo il ruolo di direttore editoriale del bureau del Sud Europa, e, tre anni dopo, viene promossa direttrice delle Global News di Reuters a Londra, dove ha sede la Thomson Reuters che dal 2008 controlla Reuters News.

I riconoscimenti non sono tardati ad arrivare. Nel 2004 Galloni ha vinto l’Overseas Press Clubnel in USA e il premio Business Journalist Of The Year l’anno successivo in Inghilterra, per la copertura giornalistica dello scandalo della Parmalat. La sua linea editoriale l’aveva già spiegata tempo fa in un’intervista a Prima Comunicazione: “la decidiamo noi e se una cosa merita di essere raccontata, anche se pochi la guarderanno, se è nel pubblico interesse, noi la scriviamo” ribadendo poi la necessità di investire ulteriormente sui corrispondenti all’estero e sulle inchieste corpose con un’attenzione alla diplomazia climatica e all’importanza del data journalism.

La prima reazione di Galloni alla notizia della sua nomina a direttrice è arrivata con un tweet: ”Sono onorata di guidare la migliore redazione al mondo!“. “Una presenza carismatica con un appassionato interesse nelle business news. Ha detto ai colleghi che le sue priorità includeranno spingere la componente digitale di Reuters e quella economica” si legge sul sito dell’agenzia. Non ci resta che congratularci con Alessandra Galloni per il traguardo ottenuto con la speranza che la professionalità femminile abbia sempre più il riconoscimento meritato.

Leggi anche:

Scritto da Evelyn Novello
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Moda color sorbetto: la primavera 2021 si tinge di toni super freschi

Chi è Antonino Cannavacciuolo: storia del cuoco e conduttore tv

Leggi anche
  • Chi era Marlene DietrichChi era Marlene Dietrich: tutto sulla star del cinema

    Ecco la storia della diva del cinema americano dal suo esordio in Germania con “L’angelo azzurro” agli ultimi progetti di vita.

  • chi era sigmund freudChi era Sigmund Freud: storia dello psicanalista austriaco

    Storia e carriera di Sigmund Freud, il padre della psicanalisi nonchè neurologo e filosofo di origine austriaca.

  • chi era nellie blyChi era Nellie Bly: tutto sulla giornalista statunitense

    Nellie Bly, storia di una delle prime giornaliste investigative nonchè grande ispirazione per l’indipendenza femminile.

  • francesca fioretti libro davideFrancesca Fioretti presenta “Io sono più amore”, il libro su Davide Astori

    “Io sono più amore” è il libro di Francesca Fioretti dedicato al calciatore Davide Astori: l’annuncio e la data di uscita.

Contents.media