Chi era Walter Tobagi: tutto sull’accademico ucciso nel 1980

Chi era Walter Tobagi: tutto sul giornalista che smascherò il terrorismo e venne ucciso per questo.

Nella carriera universitaria e in quella giornalistica, Walter Tobagi ha sempre dimostrato di interessarsi al presente, nel periodo difficile degli anni di Piombo, e alle sue problematiche.

Walter Tobagi

Il giornalista e scrittore Walter Tobagi è nato a Spoleto il 18 marzo 1947, ma è cresciuto a Bresso, comune in provincia di Milano.

Studia quindi nel capoluogo lombardo presso il ginnasio Parini e qui si avvicina all’attività giornalistica con la rivista studentesca La Zanzara. In seguito al diploma entra quindi a lavorare prima nella redazione dell’Avanti!, poi nel quotidiano Avvenire: in entrambi i casi prediligeva occuparsi di tematiche sociali e politici. Contemporaneamente portava avanti la sua carriera universitaria e da ricercatore.

Il tema prediletto da Tobagi, al quale dedica molti dei suoi articoli, è quello del terrorismo: negli anni di Piombo si occupa della morte di Giangiacomo Feltrinelli, di quella del commissario Calabrese, delle azioni delle Brigate Rosse e dei gruppi estremisti che provocavano tumulti nella Milano di quel tempo.

Advertisements

Walter Tobagi passa nel 1972 a scrivere per il Corriere della Sera, dove mette a frutto tutte le sue potenzialità da cronista. Durante la sua breve vita ha scritto e pubblicato sette libri, tra cui Storia del movimento studentesco e dei marxisti-leninisti in Italia (1970); La rivoluzione impossibile (1978) e Che cosa contano i sindacati, quest’ultimo pubblicato postumo nel 1980. Alla sua biografia è dedicato un film intitolato Una fredda mattina di maggio del 1990, interpretato da Sergio Castellitto.

L’assassinio

Walter Tobagi muore a soli 33 anni il 28 maggio 1980, ucciso a Milano con cinque colpi di arma da fuoco. Ad uccidere il giornalista con una pistola furono Mario Marano e Marco Barbone, insieme al loro commando di terroristi di sinistra chiamato Brigata XXVIII marzo. In seguito all’arresto Barbone, figlio del dirigente editoriale della casa Sansoni, decide di collaborare e quindi la brigata viene smantellata e quasi tutti incarcerati.

Il giornalista venne ucciso perché con i suoi articoli smascherava e metteva a nudo le debolezze del terrorismo di sinistra degli anni di Piombo. Come diceva infatti il titolo di un suo famoso articolo, gli estremisti non erano dei samurai invincibili, ma fragili e accecati dall’odio.

Walter Tobagi spronava ad interrogarsi sul presente, come ha infatti affermato:

Il passato è passato, ma il presente, da cui dipende strettamente il futuro, non può essere ignorato. Quest’ignoranza rappresenta un vero pericolo.

Scritto da Megghi Pucciarelli
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Chi è Patch Adams: curiosità sul medico statunitense

Chi era Giorgio Albertazzi: quello che non sai sul regista

Leggi anche
  • diego armando maradona figliDiego Armando Maradona: chi sono i figli del Pibe de Oro?

    Diego Armando Maradona, morto a 60 anni il 25 novembre 2020, ha diversi figli, alcuni riconosciuti e altri no: quanti sono?

  • diego armando maradona moglie amoriDiego Armando Maradona: tutto sulla moglie e gli altri amori

    Insieme al calcio, le donne sono state la costante nella sua vita: tutto sulla moglie e sugli amori del Pibe de Oro.

  • diego armando maradona jr chi eChi è Diego Armando Maradona Jr: curiosità sul figlio di Diego

    Chi è Diego Armando Maradona Jr? Tutto sul figlio del Pibe de Oro.

  • 
    Loading...
  • silvia mazzieri chi eChi è Silvia Mazzieri: tutto sull’attrice di Doc-Nelle tue mani

    Nel firmamento delle fiction della Rai brilla una nuova stella. Silvia Mazzieri piace proprio a tutti, ma come è iniziata la sua carriera?

Contents.media