La violenza di genere, un fenomeno da combattere anche a scuola

L'educazione sessuale si rivela fondamentale sui banchi di scuola per prevenire la violenza di genere ed abbattere gli stereotipi.

La violenza di genere si combatte anche a scuola attuando degli accorgimenti fondamentali per indirizzare gli studenti ed evitare la creazione di stereotipi maschilisti e violenti.

La violenza di genere si combatte a scuola

Violenza di genere: un fenomeno che sta aumentando in modo preoccupante soprattutto negli ultimi tempi.

Con la pandemia di Coronavirus la violenza contro le donne è aumentata sensibilmente, a tal punto che è stato inventato un gesto fatto con la mano per segnalare silenziosamente la violenza domestica anche in videochiamata. Il rispetto per le donne e i loro diritti è fondamentale per prevenirla. Si rivela importante parlare di alcuni temi per sensibilizzare e prevenire la violenza di genere soprattutto a partire dai banchi di scuola. I bambini e gli adolescenti devono crescere abbattendo dei pregiudizi e degli stereotipi di una società patriarcale e violenta; costruendo una consapevolezza attorno ad alcuni temi che potrebbero evitare la violenza di genere.

A scuola oggi ciò non avviene, oppure avviene ma in maniera poco approfondita.

Per contrastare la violenza sulle donne è opportuno attuare alcuni accorgimenti nelle scuole. Procedure specifiche nei regolamenti d’istituto, conferenze e seminari, affrontare quotidianamente l’argomento in classe, creare dei docenti referenti sono solo alcuni di essi.

L’educazione affettiva e sessuale a scuola

L’educazione affettiva e sessuale a scuola è fondamentale per combattere la violenza di genere.

Conoscere questi temi si rivelerebbe fondamentale per evitare abusi in età adulta ed evitare anche esperienze sessuali troppo precoci e per sensibilizzare sul tema dei contraccettivi. Parlare di sessualità implica anche imparare il rispetto di genere e la parità dei ruoli, abbattendo stereotipi maschilisti come la superiorità della donna rispetto all’uomo. Non affrontare questi argomenti in uno spazio importante per la crescita dei giovani come la scuola implica spesso disinformazione. I ragazzi infatti, naturalmente interessati alla sessualità, si informerebbero in altri modi che potrebbero veicolare false informazioni. Ciò implicherebbe portare ad una visione distorta del sesso.

Oggi, nelle scuole, non si parla molto di educazione sessuale, un tema fondamentale per la corretta crescita dei ragazzi e che porta ad una maggiore consapevolezza di sé e ad un più equilibrato rapporto con gli altri. Per questo motivo sarebbe utile implementare corsi, seminari ma anche lezioni trasversali sul tema.

LEGGI ANCHE: Violenza sulle donne e femminicidio: sensibilizzare è un dovere morale

Scritto da Megghi Pucciarelli
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Come rimpicciolire il naso a patata senza chirurgia

Roberto Mancini è rifatto? Le foto prima e dopo del CT della Nazionale

Leggi anche
  • giorno dopo stuproIl giorno dopo lo stupro, la risposta social alle parole di Grillo

    Ha fatto il giro del web e dei TG il video di Beppe Grillo che difende il figlio dall’accusa di stupro e non sono mancate le risposte e le critiche.

  • giornata terra 2021 modaGiornata Mondiale della Terra 2021, anche la moda cambia rotta

    La Giornata Mondiale della Terra 2021 porta a una riflessione sulla moda, un settore in rotta verso la riconversione sostenibile.

  • povertà mestruale cosa èCos’è la povertà mestruale: quando avere il ciclo diventa un lusso

    Cos’è la povertà mestruale o period poverty: molte donne non possono acquistare i prodotti per l’igiene femminile perché costano troppo.

  • domande scomode e illegali al colloquio di lavoroColloquio di lavoro e parità di genere: le domande scomode e illegali

    Quali sono le domande scomode e illegali poste più frequentemente alle donne durante il colloquio di lavoro.

Contents.media