Vacanza extra-lusso per una studentessa: ecco come ha fatto

Volete partire per un viaggio verso un Paese straniero, ma il prezzo della trasferta vi spaventa? Da oggi è possibile realizzarlo.

Volete partire per un viaggio verso un Paese straniero, ma il prezzo della trasferta vi spaventa? Da oggi è possibile realizzarlo. Basta seguire l’esempio di una studentessa di 21 anni, Cassandra Jaqueline. La ragazza è riuscita a farsi le cosiddette vacanze da sogno, grazie ad un particolare sito internet.

Vediamo assieme la sua storia.

La Vacanza extra-lusso di Cassandra

Il sito a cui si è affidata è Miss Travel che consente, mediante un’iscrizione, la possibilità di farsi pagare interamente la vacanza da ragazzi ricchi, senza spendere neanche un soldo.

Difatti la piattaforma è stata ideata in modo tale che le studentesse potessero avere la possibilità di viaggiare gratuitamente, anche per coloro che purtroppo non possono permetterselo.

Il sito è davvero facile da usare: permette inoltre di commentare come un vero e proprio social network.

Come prima cosa, bisogna registrarsi. Successivamente si devono definire le varie scelte, ad esempio la meta preferita di destinazione. Si può anche definire una tra queste opzioni: viaggia con me, vieni con me oppure mostrami il tuo Paese.

Inoltre, il servizio è ben strutturato: si trovano all’interno anche articoli, categorie,come i viaggi per principianti, le destinazioni preferite della settimana, i parchi nazionali, i sondaggi e tanto altro.
Facendo un’analisi, i più richiesti per questi viaggi sono Paesi come l’Ecuador, il Giappone, lo Zimbabwe, il Greenland e gli Stati Uniti.

Cassandra Jacqueline è stata molto fortunata, dato che ha confessato che per fare il suo viaggio tutte le spese sarebbero arrivate ad oltre 50.000 dollari, cifra improponibile da spendere soprattutto se si è ancora molto giovani.

Un sogno che diventa realtà

Può darsi che ci siano supposizioni relative al fatto che il viaggio in realtà non è gratuito e che la ragazza abbia dovuto dare qualcosa in cambio durante le trasferte. La realtà è che non è assolutamente vera. L’obiettivo del sito è quello di promuovere incontri e viaggi organizzati, per poter conoscere nuove persone e fare esperienze indimenticabili, anche a coloro che non ne avrebbero assolutamente l’opportunità. Se poi vi è la possibilità di conoscere ragazzi e di frequentare persone, la scelta è assolutamente libera e di responsabilità dei giovani.

Negli ultimi anni, sono stati ideati diversi siti che hanno come il fine quello della condivisione. Pensiamo per esempio a BlaBla car oppure ad Uber, che permettono di offrire un passaggio in auto. Oppure che dire di Deliveroo e JustEat? Essi permettono di ricevere il cibo in casa grazie ad un fattorino, con cui è possibile anche parlare liberamente e conversare. Quindi perché non provare di viaggiare senza spese, divertendosi con persone appena conosciute tramite Miss Travel?

Miss Travel è infatti uno dei tanti esempi tramite il quale Internet permette di rendere i confini più flessibili, di favorire così la globalizzazione e far incontrare diverse persone. Strumento utile che permette di migliorare i rapporti umani.

Scritto da Fabiana Augugliaro
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Diletta Leotta: record di like su Instagram per l’ultima foto postata

Voglia a forma di cuore: le tenerissime foto del neonato

Leggi anche
  • sindrome di wanderlust cosa eSindrome di Wanderlust: cos’è la malattia di viaggiare

    Voglia di viaggiare da diventare quasi una malattia? Forse soffrite della sindrome di Wanderlust: qui di seguito cos’è.

  • Glamping: cos'èGlamping: cos’è e perché piace il campeggio super chic ed ecologico

    Comodità, lusso e natura sono i tre termini chiave che definiscono questa vacanza. Se è quello che cerchi, il glamping è quello che amerai.

  • Weekend al mare cosa mettere in valigiaCosa mettere in valigia per un weekend al mare: i consigli

    Se hai in programma di trascorrere un weekend al mare, alcune cose ti saranno davvero indispensabili. Cosa mettere in valigia?

  • -Viaggi all’estero: attenzione al visto

    Sono tanti gli italiani che ogni anno si recano all’estero per le vacanze estive, e non solo per quelle. Per viaggiare fuori la Comunità Europea non solo serve il passaporto, ma anche il visto, che a volte è da richiedere con un certo anticipo.

Contents.media