Selvaggia Lucarelli contro Alba Parietti: la querela

Selvaggia Lucarelli contro Alba Parietti: dopo un anno dal caso scoppiato a Ballando con le Stelle, la Lucarelli chiede un enorme risarcimento morale.

Selvaggia Lucarelli e Alba Parietti hanno animato (moltissimo) le puntate di Ballando con le Stelle e il gossip dell’anno passato. Le due, da vere prime donne non si sono mai andate a genio e i loro scontri verbali, ben lungi dal placarsi a distanza di un anno, si sono talmente esacerbati che le due finiranno in tribunale a chiedere che il giudice metta finalmente la parola fine a una storia spiacevole e poco edificante.

Selvaggia Lucarelli contro Alba Parietti

Esattamente un anno fa si consumava la tragedia: era la metà di Aprile del 2017 quando, esacerbata dalle offese ricevute in diretta televisiva, la parietti si lasciava andare a uno sfogo chilometrico su Facebook. In quel lunghissimo post, pieno di errori ortografici e di battitura, la signora Parietti perdeva completamente ogni moderazione. Nello stralcio finale di quel post si leggeva, alla lettera ma con le dovute correzioni grammaticali:

Lei sì, è ossessionata dall’essere il nulla, vorrebbe essere (e non è) famosa solo per atti scorretti, volgari e macabre battute sue e del suo degno fidanzato (…), indagata e sotto processo, denunciata, calunniatrice, megalomane, bugiarda. Senza nessuna competenza né carriera da tutelare, né professione se non la delatrice, sputtanatrice, bulletta da tastiera e video.

Advertisements

Come avrebbe potuto notare una persona dotata di intuito, la Parietti era appena un po’ alterata e, nello stesso post, prometteva che si sarebbe affidata al suo avvocato per mettere a tacere una volta e per sempre la Lucarelli nei suoi riguardi.

Una reazione Selvaggia

Naturalmente la Lucarelli non è esattamente il tipo di donna capace di intascare e portare a casa una carrellata di insulti del genere. La signora Lucarelli decise allora di querelare la signora Parietti per diffamazione e chiese un risarcimento per danni morali di appena appena 180.000 Euro.

La Parietti si è lasciata intimidire? Naturalmente no. A poca distanza dalla citazione in tribunale dichiarò:

Non accetterò la richiesta della Lucarelli perché non ho fatto proprio nulla. Anzi, chiederò a mia volta un controrisarcimento, mi trovo costretta a rispondere.

All’epoca la Parietti fece presente che nella sua onorata carriera – che procede da quasi 40 anni – ha avuto scontri verbali con avversari di ben altro calibro: da Vittorio Sgarbi a Matteo Salvini.

Nessuna delle persone con cui la Parietti ha avuto diverbi importati però si sono mai sognate di chiedere un risarcimento: secondo la Parietti questo sarebbe rappresentativo della scarsa professionalità della Lucarelli. C’è da chiedersi se la Parietti abbia mai offeso Salvini o Sgarbi per il loro aspetto fisico, insinuando che la loro aggressività derivasse dal poco sesso che riuscivano a fare (sì, la Parietti scritto anche questo in merito alla Lucarelli).

La Lucarelli rilancia

Dopo la richiesta di risarcimento avanzata dalla Lucarelli, i legali delle due contendenti hanno disperatamente tentato di arrivare a una mediazione. Come c’era da aspettarsi non ci sono riusciti e, pertanto, le due dovranno effettivamente comparire in tribunale.

E’ stato reso noto che nel corso dell’anno il risarcimento chiesto dalla Lucarelli è quasi raddoppiato: oggi la giornalista pretende dalla Parietti 300.000 Euro.

Scritto da Olga Luce
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Giulia Calcaterra:’Anche l’anno scorso Marijuana sull’Isola’

Isola, passione segreta tra naufraghi: le rivelazioni di Eva

Leggi anche
  • pubblicità assorbenti nuvenia sangueLa pubblicità di assorbenti Nuvenia mostra il sangue mestruale: è polemica

    Nuvenia rompe il web con il suo nuovo spot con assorbenti sporchi di sangue. Il lavoro dell’azienda e del social media manager sta creando una nuova normalità, oltre i tabù.

  • cosa succede nella mente delle vittime di violenzaCosa succede alla mente di una vittima di violenza

    Per dare valore alle emozioni provate da una vittima di violenza è necessario riconoscere l’impatto mentale sulla mente della persona, che si trova sopraffatta.

  • giornata contro la violenza sulle donne perché è il 25 novembreGiornata contro la violenza sulle donne: ecco perché è il 25 novembre

    IL 25 novembre si celebra la giornata contro la violenza sulle donne: ecco la storia e l’origine.

  • 
    Loading...
  • differenza tra molestia e violenza sessualeDifferenza tra molestia e violenza sessuale: conoscere per difendersi

    Le molestie o violenze sessuali creano un carico emotivo difficile nella vittima che spesso non sa come uscire dalla situazione. Alcuni spunti su come agisce la legge.

Contents.media