Chi era Rubin Carter: storia del pugile americano

Storia di Rubin Carter, il grande pugile americano dalla sua carriera alla storia del suo lunghissimo processo.

La sua storia è diventata un film, “Hurricane – Il grido dell’innocenza” con protagonista Denzel Washington. Ecco la vita di Rubin Carter, che ha ispirato la pellicola con la sua vita divisa tra pugilato e un lunghissimo processo.

Chi era Rubin Carter

Rubin Carter, soprannominato Hurricane (Clifton, 6 maggio 1937 – Toronto, 20 aprile 2014), è stato un pugile statunitense. Cresce nel New Jersey con i genitori e i sei fratelli distinguendosi tra questi per essere l’unico ad avere problemi con la giustizia. Finisce infatti spesso in riformatorio, sebbene fosse sempre ingiusto.

Decide a 17 anni di arruolarsi nell’esercito e pochi mesi dopo aver concluso l’addestramento viene mandato in Germania dove inizia a scoprire la boxe.

Tornato a casa perchè inadatto al servizio è anche costretto a 10 mesi di carcere per essere fuggito dal riformatorio. In seguito per aggressione e rapina arriverà a scontare un totale di 4 anni. 

chi era rubin carter

La carriera di pugile e il successo

Durante gli anni di prigione ritorna ad interessarsi alla boxe e una volta fuori ha già il potenziale per diventare un professionista. Sebbene fisicamente non raggiungesse l’altezza della categoria peso medio, è li che combatte per tutta la sua vita. Si distingue per la sua aggressività e potenza che lo ha spesso portato ad ottenere diversi KO e che gli ha portato il soprannome di “uragano”.

Dopo una serie di vittorie registrate contro esponenti molto forti dell’ambiente inizia a farsi notare entrando anche nella “Top 10” della rivista Ring Magazine, specializzata nel pugilato. Con numerosi traguardi, tra cui quello contro il campione del mondo, riesce a salire sempre di più nella classifica mondiale.

Durante lo scontro contro Giardello però non riesce a vincere poichè dopo il primo round registra solo sconftitte. Così torna a perdere posizione nel ranking e registrare solo sconfitte con alcuni avversari importanti tra cui Dick Tiger.

chi era rubin carter

Il processo e la liberazione finale 

Il 17 giugno del 1966 si registra una sparatoria dentro “Lafayette Bar and Grill” di Paterson che già dalle prime indagini farebbe risalire a Carter. La sua macchina infatti sembra coincidire con quella vista dai testimoni e nella quale si trova un’arma identica a quella utilizzata dagli assassini. Si sospetta infatti che questi siano Carter e Artis che però dopo l’interrogatorio devono essere rilasciati per mancanza di prove.

Diversi mesi dopo attraverso una serie di nuove dichiarazioni si riesce ad ottenere la conferma della loro colpevolezza e così vengono arrestati. Il periodo in carcere porta Carter a scrivere la sua biografia e diventare oggetto di grande discussione. Bob Dylan gli dedica addirittura una canzone, “Hurricane”

chi era rubin carter

Il processo in realtà risulta essere molto più complesso di così poichè i testimoni ritrattano le accuse portando così ad un nuovo processo in cui Bello, testimone, torna nuovamente ad accusare i due facendoli incarcerare nuovamente a vita. Il caso attira l’attenzione di giovani canadesi che si muovono contro lo svolgimento del processo considerato inequo e basato su pregiudizi razziali. Carter e Artis riescono così ad essere rilasciati e il grande pugile si ritira e conclude la sua vita con tranquillità. 

LEGGI ANCHE: Chi era Muhammad Ali: curiosità sul peso massimo

Scritto da Alessandra Coman
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Articoli correlati
Leggi anche
  • Cromosoma 21Cromosoma 21: la data di uscita su Netflix

    Ecco quando debutterà su Netflix la serie tv cilena Cromosoma 21.

  • Cromosoma 21Cromosoma 21: il cast completo della serie Netflix

    Ecco il cast completo della serie cilena Cromosoma 21 a breve in arrivo su Netflix.

  • Cromosoma 21Cromosoma 21: la trama della nuova serie Netflix

    Scopriamo di cosa parla la serie tv Cromosoma 21, a breve disponibile su Netflix.

  • Red carpet Sanremo 2023Sanremo 2023: i look del red carpet

    Che Festival di Sanremo sarebbe senza il primo red carpet inaugurale? Gli artisti e le artiste hanno sfoggiato look originali ed eleganti

Contentsads.com