Notizie.it logo

Non è la D’Urso, Paolo Brosio si addormenta in diretta: il video

paolo brosio

Nell'ultimo appuntamento con Live-Non è la D'Urso Paolo Brosio si è addormentato in diretta, regalando un momento davvero trash.

L’ultima puntata di Live-Non è la D’Urso ha visto andare in onda un momento all’insegna del trash. Il merito è di Paolo Brosio che, nel corso del dibattito sull’emergenza Coronavirus, si è addormentato. La conduttrice, resasi conto del ‘fattaccio’, ha provveduto a svegliare il suo ospite.

Non è la D’Urso: Brosio si addormenta

Da quando è esplosa l’emergenza Coronavirus, Live-Non è la D’Urso non ha più il pubblico in studio e gli ospiti sono al massimo due per volta. Gli altri opinionisti che solitamente sono ospiti del salottino di Carmelita intervengono in collegamento. Tra questi, nell’ultima puntata del programma, c’era anche Paolo Brosio. Il giornalista è stato chiamato a commentare la scelta del Governo di chiudere le chiese. Ovviamente, lui non è d’accordo.

Prima di dire la sua, però, Paolo si è abbandonato tra le braccia di Morfeo. Complice l’ora – la mezzanotte era passata da un pezzo – Brosio è stato ‘colto in fallo’ e la D’Urso si è vista costretta a svegliarlo.

L’uomo, appena si è reso conto di essersi addormentato, ha chiesto scusa imbarazzato e ha spiegato il suo pensiero. Ha dichiarato: “Io penso che l’eucarestia, con delle selezioni con poche persone con guanti e mascherine, poteva essere concessa dato che si va dal tabaccaio e si gioca la schedina. La conferenza episcopale polacca ha aumentato le messe facendo entrare cinque persone alla volta. Si può andare in luoghi che sono frequentati dieci volte di più delle chiese e non si può prendere la sola eucarestia con i guanti e la mascherina”.

La reazione di Carmelita

Barbara, stupita da questo suo ‘risveglio’ immediato, gli ha subito fatto notare la cosa.

Brosio, però, ha preferito sorridere e non soffermarsi sul piccolo ‘incidente’ e ha riportato l’attenzione sul suo ‘bisogno’ di avere le chiese aperte. La richiesta di Paolo, in un momento tanto delicato, è davvero assurda. Considerando che lo stesso Papa Francesco ha consigliato ai fedeli la preghiera e la ‘confessione’ singola e privata, stupisce che un fedele, seppure fervente come Brosio, non riesca a capire il pericolo del contagio. Ora, a prescindere dalle idee del giornalista, dobbiamo comunque ringraziarlo per aver reso trash una puntata difficile di Live-Non è la D’Urso.

La decisione di Mediaset

Dopo questo siparietto trash, Barbara ha annunciato che Live, per il momento, non andrà in onda con il doppio appuntamento settimanale. La conduttrice ha dichiarato: “Man mano che passano i giorni, qui al centro di produzione di Milano, diventa sempre più complicato.

Siamo sempre di meno, dobbiamo rinunciare anche a delle telecamere, ai cameraman, ai tecnici. Siamo davvero in pochi. Siamo meno del 30 per cento rispetto al solito. Tutte le sere Mediaset garantisce una diretta su Rete4, quindi, le squadre ed i tecnici sono quelli. Sono pochi. Per cui, non siamo in grado di garantire produttivamente e organizzativamente di essere dopodomani in onda. Lo saremo a breve”. La decisione, ovviamente, è stata presa d’accordo con i vertici Mediaset.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Trash Italiano (@trash_italiano) in data: 22 Mar 2020 alle ore 4:56 PDT

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Fabrizia Volponi
Fabrizia Volponi nata ad Ascoli Piceno nel 1985. Laureata in "Scienze Storiche" e in "Scienze Religiose", sono da sempre appassionata di lettura e di scrittura. Divoro libri e li recensisco sul mio Blog Libri: medicina per il cuore e per la mente. Lasciatemi in una libreria, possibilmente piccolina e vintage, e sono la donna più contenta del mondo.
Leggi anche
Leggi anche