Nadia Toffa rivela le sue condizioni un anno dopo il malore

Un anno dopo il malore improvviso, Nadia Toffa ringrazia tutti per il sostegno e testimonia la sua forza.

Un anno dal malore per Nadia Toffa che ricorda questo momento decisivo della sua vita nella puntata de Le Iene del 2 dicembre.

Una domenica come tante altre

“Per voi è una domenica come tante altre”, annuncia Nadia Toffa accogliendo il pubblico de Le Iene Show con un gran sorriso, “per me è un giorno molto particolare”.

Un anno molto difficile, è doveroso per lei ammetterlo, ma grazie al sostegno di amici, parenti e “vostro”, oggi è qui a testimoniare la gioia di vivere. Quel “vostro” ci fa sentire partecipi di una storia che è diventata anche la nostra. Sì, perchè ognuno di noi attraverso la sua esperienza può rivedere se stesso, un parente, una madre, un’amica, un nonno. Qualcuno che combatte per vivere ogni giorno, non per sopravvivere, bensì per vivere con pienezza e dire “viva la vita”, come Nadia dichiara a squarciagola più volte sul palco.

Advertisements

Un anno fa in un albergo a Trieste, Nadia Toffa ha un malore improvviso e viene sottoposta ad alcuni accertamenti che scriveranno sulle pagine della sua vita quella parola che spaventa tutti noi, “cancro”. Durante la diretta dell’11 febbraio 2018 dichiara di aver subito un intervento chirurgico e di essersi sottoposta a chemio e radioterapia. Più volte, durante questo percorso, si è confessata con il suo amato pubblico a cuore aperto, non vergognandosi di mostrarsi dimagrita di quache chilo e con una parrucca in testa.

Questo le fa onore perchè in un mondo in cui veniamo bombardati da canoni di perfezione, la vera bellezza è ancora possibile e si fa spesso presente nelle persone che conoscono il valore della vita. Persone che trovano la forza di sorridere nonostante qualcosa non sia andato secondo le aspettative.

“Viva la vita, non mollate mai”

Un inno alla vita, un inno a combattere e a non mollare mai, questo è ciò che rappresenta la vita di Nadia Toffa.

Nadia è tornata più forte, perchè forse la malattia può insegnare a vivere, anche se sembra un paradosso. E può anche insegnare a voler bene con sincerità. “Vi voglio un bene dell’anima, quanto bene mi avete dato in quest’anno”. Sul punto di commuoversi viene abbracciata forte dai suoi amici Filippo Roma e Giulio Golia. E in quell’abbraccio c’è anche il nostro, Nadia. A un anno dall’inizio di questa tua battaglia vogliamo stringerci tutti in quell’abbraccio e ringraziarti di cuore.

Grazie per essere sincera e mostrarti per quella che sei, grazie per non aver avuto paura di far vedere che si può andare avanti anche nella sofferenza e grazie per averci fatti sentire tutti tuoi amici. Grazie per averci mostrato la bellezza delle tue ferite.

Scritto da Federica Di Vito
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Elisa Isoardi: anche Andrea Matranga lascia La Prova del Cuoco

Francesco Monte e Silvia Provvedi innamorati? Troppi abbracci

Leggi anche
  • chi era william blakeChi era William Blake: storia del poeta inglese

    Chi era William Blake, storia del pittore e poeta inglese che ha rivoluzionato la produzione artistica con il pensiero di immaginazione, innocenza ed esperienza.

  • chi era gian lorenzo berniniChi era Gian Lorenzo Bernini: tutto sullo sculturo italiano

    Chi era Gian Lorenzo Bernini, storia del grande architetto e sculture barocco che ha lasciato le tracce del suo talento per tutta la città di Roma.

  • letizia bertoldi chi eChi è Letizia Bertoldi: curiosità sulla cantante lirica di Amici

    Tutto quello che c’è da sapere sull’allieva Letizia Bertoldi, “La Lirica” di Amici 20.

  • 
    Loading...
  • sangiovanni chi èChi è Sangiovanni: vita e carriera dell’allievo di Amici 20

    Ha 17 anni e fa parte del cast di Amici 20: tutto quello che c’è da sapere su Sangiovanni

Contents.media