Karina Cascella: “Mio padre picchiava me e mia mamma”

Karina Cascella, ospite di Pomeriggio 5, ha raccontato il suo passato molto difficile, con un papà che piacchiava sia lei che la madre e le sorelle

Karina Cascella siamo abituati a vederla combattiva come non mai e nessuno si sarebbe aspettato che anche lei, così come tantissime persone, ha avuto un passato difficile. Ospite di Pomeriggio 5 ha raccontato parte della sua infanzia, vissuta con un papà che aveva problemi con l’alcool e picchiava lei, sua madre e le sue sorelle.

Karina Cascella: confessione sul padre

Karina Cascella, ospite di Pomeriggio 5, ha raccontato di aver vissuto fino ai suoi 18 anni con un padre violento, che picchiava sia lei che sua madre e le sorelle. L’ex compagna di Salvatore Angelucci ha rivelato: “Io ne avevo parlato a Domenica Live dove mi avevi fatto un’intervista bellissima e lì la maggior parte delle persone hanno conosciuto un altro lato di me, perché io sono sempre quella che battaglia, che strilla, che vuole sempre imporre la sua personalità ma fondamentalmente questo atteggiamento deriva da una rabbia che, purtroppo, rimane dentro dopo un vissuto molto difficile.

Più che di liti in famiglia si parla di un padre che aveva grandissimi problemi con l’alcool e che quindi ci ha picchiato per diverso tempo fino a quando, a diciotto anni, non ho deciso di andare via di casa perché ovviamente non ne potevo più”. Karina ha un carattere molto forte e, talvolta, appare anche eccessivamente aggressiva e forse queste sue ‘qualità’ sono da rintracciare proprio nel difficile passato che ha avuto.

Poco dopo essere andata via di casa, infatti, ha perso entrambi i genitori a distanza di un anno.

Il messaggio di Karina

Karina ha proseguito: “Eravamo piccolissime e la situazione in casa era sempre così quando lui tornava… anche quando mia mamma era incinta di me, della mia prima sorella, di Sunny… è sempre andata così. Picchiava anche me, io avevo delle notti insonni dove poi arrivavo sui banchi di scuola stanchissima perché comunque preferivo andare a scuola e vivere la mia realtà, cercare di uscire da quella vita difficile”.

La Cascella, nel raccontare la sua infanzia, è finita più volte in lacrime, ma ha ammesso che ha deciso di parlare del suo passato difficile perché ad oggi sono molte le donne che vivono la sua stessa situazione. Proprio per questo motivo, Karina ha voluto lanciare un messaggio molto importante: “Io ne ho parlato anche con le mie sorelle perché fino ad oggi non ne ho mai parlato, ma io utilizzo i social un po’ anche come un punto di riferimento dove posso sfogarmi e parlare con le persone perché tantissime ragazze vivono situazioni del genere. Tante donne convivono con uomini che le picchiano, che picchiano i loro figli e che devono scappare, denunciare e che devono assolutamente prendere una decisione forte”. La Cascella ha spiegato che sua madre era molto innamorata di suo padre e che non è riuscita a denunciarlo, ma che ad oggi “le cose sono cambiate” e che tutte le donne devono trovare il coraggio di far sentire la loro voce. In conclusione, Kari ha spiegato che chi subisce violenza non deve denunciare solo per il proprio bene, ma anche per quello delle persone vicine, come i figli. Karina, infatti, ha rivelato che lei, dalla sua infanzia ha portato con sé dei terribili attacchi di ansia che spesso sconvolgono la sua vita. La Cascella ha concluso: “Poi si pagano le conseguenze… io le pago ancora oggi con gli attacchi di ansia. Se hai visto La Talpa, programma dove comunque sono stata male, quelli sono attacchi di ansia che vengono dal passato difficile che ho avuto”. Speriamo che il messaggio di Karina spinga tante persone a denunciare perché la violenza non è mai amore.


Scritto da Fabrizia Volponi
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Le Iene, Ilary Blasi assente nella puntata speciale per la Toffa

Paolo Bonolis pubblica il primo libro: “In tv ho una maschera”

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.