iTunes Apple: una bufala l’attacco di Bruce Willis

Smentito dalla seconda moglie, tramite twitter, un articolo del Daily Mail che voleva la star hollywoodiana pronta a fare causa all’azienda di Cupertino

Una bufala smentita da un cinguettio. Una trama hollywoodiana, degna di una grande star internazionale come è Bruce Willis.

La notizia rilanciata dal giornale inglese Daily Mail, che voleva l’attore americano pronto a far causa alla Apple, non trova conferme. Anzi, viene seccamente smentita dalla sua seconda moglie, la bella Emma Heming, che tramite twitter sentenzia: “Non è una storia vera”. Permangono aloni di dubbi e zone oscure su come sia potuta emergere una notizia del genere, ma a fermare questa giostra infernale non è stato Bruce Willis in persona, cosa che potrebbe portare i più sospettosi a pensare che, forse, in fondo qualcosa di vero c’è.

La già citata Emma ha risposto in modo preciso e diretto ad un follower che gli chiedeva di spingere Bruce Willis a fornire login e password del suo account di iTunes alla famiglia in modo da “vivere per sempre”. La Apple, secondo Bruce Willis, sarebbe rea di una truffa ai danni dei propri utenti: i brani musicali scaricati legalmente attraverso iTunes non diverrebbero di proprietà dell’acquirente ma sarebbero solo “noleggiati a lunghissimo termine”.

Willis possiede una vastissima collezione musicale – una delle sue passioni sono proprio le sette note – e da quando ha pensato di lasciare in eredità questo patrimonio alle sue figlie (Rumer, Scout e Tallulah, avute dalla ex Demi Moore) si è interessato alla questione.

Il messaggio della Heming dimostra, comunque, come il web sia ormai una fonte primaria di news e non soltanto di fake, profili e persone false. Soprattutto twitter si sta dimostrando sempre più luogo primario dove poter interagire anche con star del cinema e loro affini. C’è da chiedersi se il Daily Mail non faceva prima ad inviare un tweet alla bella Emma o al buon Bruce. Che siamo sicuri avrebbe smentito.

Foto infophoto.it

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Leggi anche
  • NetflixNetflix blocca la condivisione di password e account

    L’aveva anticipato e sta avvenendo: Netflix sta attuando il blocco di condivisione di password e account, scatenando una serie di reazioni negative

  • MandrakeChi è Mandrake? Tutto sull’influencer brindisino

    Mandrake, nome d’arte di Giuseppe Ninno, è brindisino doc che ha conquistato il grande pubblico dei social grazie alla verità raccontata in chiave comica

  • Simone DominiciChi è Simone Dominici? Tutto sull’amministratore delegato di KIKO

    Il nuovo amministratore delegato di KIKO MILANO è Simone Dominici: uomo dalla carriera professionale ricca e importante, Dominici dimostra il suo talento

  • Ebrei giornata della memoriaEbrei e Olocausto: come venivano vestiti i prigionieri

    La terribile parentesi storica dell’Olocausto ha segnato il mondo intero. Tra simboli, divise e tatuaggi sulla pelle, i prigionieri erano “catalogati”.

Contentsads.com