L’Eredità: Carlo Conti conduttore dopo Fabrizio Frizzi

È ufficiale, Carlo Conti sostituirà l'amico Fabrizio Frizzi alla guida de L'Eredità.

L’inaspettata scomparsa di Fabrizio Frizzi ha lasciato L’Eredità senza conduttore. Dopo aver vagliato l’ipotesi di diversi nomi, alla fine è arrivata la conferma della Rai che sarà Carlo Conti a sostituire il compianto collega. Conti riprende in mano la guida del game show dopo che aveva passato il compito a Frizzi.

Conti-Frizzi: l’ultimo passaggio di consegne

Non avrebbe potuto esserci nome migliore di Carlo Conti per sostituire Fabrizio Frizzi a L’Eredità. I due, più che essere colleghi, erano amici. Un’amicizia che li univa da moltissimi anni, basata sul rispetto reciproco e sul sostegno. Non c’è mai stata gelosia tra loro, nessuno spintone per avere il primo piano della telecamera.

Quando nell’ottobre scorso Fabrizio era stato colpito dalla prima ischemia, Conti era tornato temporaneamente alla guida del game show di Rai 1.

A dicembre c’era stato il passaggio di consegne. Durante una puntata, Carlo ha presentato Fabrizio, facendolo entrare in studio per poi porgerli un mazzo di chiavi. Gesto simbolico che stava a significare che il programma da quel momento sarebbe tornato nelle sue mani.

Carlo Conti era tra i presenti al funerale. Intercettato dai cronisti all’uscita della chiesa ha rilasciato una breve dichiarazione. “Era un fratello, grazie per l’affetto che avete dimostrato”, ha detto visibilmente commosso.

Conti condurrà L’Eredità a cominciare da lunedì prossimo e andrà avanti fino all’inizio dell’estate, quando comincerà Reazione a Catena.

l'eredità

L’Eredità, una storia lunga 16 anni

La storia de L’Eredità è cominciata nell’estate del 2002 quando lo show va in onda per la prima volta sulla rete ammiraglia della Rai.

Il quiz, con i suoi 16 anni di messa in onda, è il gioco a premi più longevo della televisione italiana. Ogni sera, prima di cena, milioni di telespettatori accedono i loro teleschermi per provare anche loro cimentarsi nelle prove di cultura generale a cui i concorrenti vengono sottoposti. La “scossa“, una delle manche del gioco, è diventata un vero tormentone nonché il simbolo del programma insieme alla “ghigliottina” finale.

Tra gli ideatori del programma c’è Amadeus, che lo condurrà fino al 2006. A quel punto la conduzione è passata a Carlo Conti che nei suoi nove anni (ininterrotti) di conduzione ha incrementato il successo del programma. Dall’aprile 2014 Fabrizio Frizzi ha cominciato ad affiancare in staffetta Conti alla conduzione, per poi sostituirlo stabilmente.

A seguito del malore avuto Frizzi ha dovuto prendersi una pausa. Carlo allora non ci ha pensato due volte a subentrare temporaneamente al suo posto dicendo di aspettare con ansia il ritorno dell’amico.

Dal dicembre scorso, a nemmeno due mesi dall’ischemia, Fabrizio aveva ripreso le redini della trasmissione. In un’intervista, aveva dichiarato che tornare a L’Eredità era stato per lui una sorta di medicina perché l’adrenalina della conduzione era un forte incentivo a guarire.

Parole che dimostrano quanto Fabrizio amasse lo show e in generale il suo lavoro.

Scritto da Alice Sacchi
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Frizzi sepolto a Bassano Romano. Come visitare la tomba

Funerale Fabrizio Frizzi, l’omaggio di Conti e Clerici

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.