Chi era Edgar Allan Poe: tutto sull’autore dei racconti del terrore

Chi era Edgar Allan Poe, lo scrittore americano definito "poeta maledetto" per la sua creatività e la sua dipendenza dall'alcol.

La biografia di Edgar Allan Poe, scrittore e poeta che ha dato le basi alla letteratura americana e al genere horror e poliziesco.

Chi era Edgar Allan Poe

Lo scrittore Edgar Allan Poe nasce a Boston, negli Stati Uniti d’America, il 19 gennaio 1809 da genitori attori che presto lo lasciarono orfano.

Il piccolo Edgar quindi viene affidato a John Allan, un ricco commerciante, che lo fanno studiare in Inghilterra dove tutta la famiglia Allan si trasferisce. In seguito, ritornati in patria, Poe si iscrive all’Università ma vi frequenterà solamente un anno di corsi e in seguito ad alcuni litigi con il padre adottivo si trasferisce nella natia Boston. A proposito di questo abbandono, lo scrittore ha raccontato in una lettera indirizzata proprio a John Allan:

Se desiderate dimenticare che sono stato vostro figlio sono troppo orgoglioso per rammentarvelo ancora. Vi prego solo di ricordare che voi stesso alimentaste la causa che mi spinse ad abbandonare la vostra famiglia – l’Ambizione. Anche se non ha preso la strada che avreste voluto, non per questo è meno determinata. Richmond e gli Stati Uniti erano un ambiente troppo ristretto per me: sarà il mondo il mio teatro.

Si arruola nell’esercito e nel frattempo inizia a scrivere e pubblicare i suoi primi componimenti in tre raccolte. Decide quindi di vivere sui proventi delle sue pubblicazioni ma la situazione dell’editoria in quel periodo era molto precaria per questo ha molte difficoltà economiche. Scrive anche dei racconti pubblicati su rivista, tra i quali il famoso Manoscritto ritrovato in una bottiglia. Con alcune riviste collabora anche come critico e pubblica nel 1838 il famoso romanzo breve Le avventure di Gordon Pym e nel 1839 I racconti del grottesco e dell’arabesco che lo hanno reso famoso per i suoi temi dell’orrore e del crimine.

Con la malattia della moglie e la sua morte, Poe comincia a bere sempre di più e a soffrire di depressione ma nel 1849 si disintossica in occasione del suo matrimonio con una vecchia fiamma. Purtroppo ciò non avviene perché lo scrittore muore qualche mese dopo, il 7 ottobre 1849, probabilmente di rabbia.

Vita privata e curiosità

Negli anni dell’università Edgar Allan Poe ebbe numerosi amori, ad esempio quello per Jane Stith Stanard, una donna molto più grande di lui e quello per Sarah Elmira Royster. La sua prima moglie fu la cugina Virginia Clemm, sposata quando lei aveva soli 13 anni e che morì precocemente di tubercolosi. Con una lettera Poe le dimostrava tutto il suo amore:

Dopo la mia ultima grande delusione avrei perso il coraggio se non fosse stato per te. Tu, ora, sei la mia unica e grande forza, ciò che mi muove ad affrontare questa vita difficile, vana e ingrata. Dormi bene e possa Dio concederti un’estate tranquilla, con il tuo devoto Edgar.

In seguito alla morte della adorata moglie il poeta soffrì di crisi depressive e alcolismo, poi negli ultimi mesi della sua vita riallacciò i contatti con la vecchia fiamma Royster e voleva anche proporle il matrimonio.

Scritto da Megghi Pucciarelli
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Articoli correlati
Leggi anche
  • unestate a mykonos 1Un’estate a Mykonos: trama e cast

    Un’estate a Mykonos è un film con Valerie Huber tra i protagonisti che ci porta sulle bellissime spiagge della Grecia.

  • nessuno come noiNessuno come noi: trama e cast

    Nessuno come noi è una commedia romantica ambientata negli anni 80 con Alessandro Preziosi e Sarah Felberbaum.

  • the day after tomorrow 1The day after tomorrow: trama e cast

    The day after tomorrow, film di genere catastrofico del 2004, è una pellicola di Roland Emmerich.

  • benedetta de luca chi e carrieraBenedetta De Luca: tutto sull’influencer che si batte per l’inclusività

    Body Positivity e Inclusività sono le parole chiave di tutti i messaggi e progetti di Benedetta De Luca. Ma cosa sappiamo su di lei?

Contents.media